Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, arrestato il rapinatore della farmacia di Ponte d'Oddi. E in centro nuova rissa

  • a
  • a
  • a

Ancora una rissa a Perugia. In via Mazzini intorno alle 20 di giovedì 1 aprlie, botte in centro storico, stavolta tra tossici. Un ragazzo è intervenuto per cercare di separlarli, ma è caduto a terra ed è stato soccorso da un’ambulanza. Sono arrivati sul posto gli agenti della polizia locale e della polizia di Stato. Intanto il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, ha emanato l’ordinanza per la chiusura nella giornata di oggi e per tutti i sabato del mese di aprile, dalle ore 15 alle ore 22 di via Marzia, via Volte della Pace, le scalette di via Cesarei, che collegano Piazza Piccinino a via Mattioli, il belvedere di Porta Sole in Piazza Rossi Scotti, l’area verde di Piazza San Francesco e il Tempietto.

Intanto un ragazzo di Perugia di 23 anni, è stato arrestato dai carabinieri del Norm. Secondo quanto ricostruito,. il giovane intorno alle 20 di mercoledì 31 marzo, è entrato nella farmacia comunale di Ponte d’Oddi armato di un taglierino e con il volto parzialmente coperto da un berretto di lana. Ha costretto la farmacista a consegnargli l’incasso di circa 400 euro, per poi fuggire a piedi per le vie limitrofe. L’intervento dei militari del Nucleo operativo e radiomobile è stato immediato. I carabinieri hanno provveduto a visionare le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza e a raccogliere le testimonianze fornite dal personale di servizio nella farmacia e da alcuni cittadini presenti nelle vicinanze.

Il rapinatore è stato subito individuato in piena notte, in altra zona della città. Il ragazzo, che ha opposto resistenza ai carabinieri, è stato arrestato. Inoltre in suo possesso aveva 150 euro, parte del provento della rapina, nonché i capi di abbigliamento indossati durante il colpo. E’ stato tradotto nella casa circondariale di Capanne, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Lievemente feriti i militari che hanno effettuato l’arresto e che sono stati medicati in ospedale.