Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, Valerio De Cesaris nuovo rettore dell'Università per stranieri

  • a
  • a
  • a

L’Università per Stranieri di Perugia sceglie come rettore Valerio De Cesaris e prova a voltare pagina dopo lo scandalo e l’inchiesta sull’esame del calciatore Suarez. “Sono molto grato per questo risultato. Credo che la Stranieri ora debba tornare a lavorare con serenità per esprimere tutte le sue potenzialità - dichiara a caldo il rettore - Abbiamo vissuto un momento difficile nel quale ci siamo senititi sotto attacco ma la Stranieri non corrisponde all’immagine uscita in questi mesi. Ripartiremo dalle persone che proprio in questo periodo si sono ancora di più impegnate. E torneremo ad avere il ruolo che meritiamo per la città”.

Con 56 voti ponderati sugli effettivi 73 espressi (80 quelli degli aventi diritto, tra pieni e ponderati) Valerio De Cesaris è stato eletto rettore per il sessennio 2021/2027 con un consenso pari al 76,7%. Un risultato, in termini di partecipazione al voto e di orientamento, che esprime la volontà forte e concorde di tutto l’Ateneo di affidare a lui la governance. Il programma di De Cesaris, classe 1974 docente di storia contemporanea, si sviluppa su tre diverse direttrici, prima fra tutte la consapevolezza che l’istituzione abbia assoluta necessità di un cambio di passo, il quale dovrà incardinarsi in un processo di rinnovamento complessivo dell’Ateneo, mantenendosi tuttavia pienamente saldo nell’alveo della propria missione originaria, che è quella di promuovere all’estero la lingua e l’identità culturale italiana, garantendo al contempo un orizzonte internazionale al corpo studentesco dei corsi di laurea.

Secondo aspetto il coinvolgimento attivo di tutte le componenti d’Ateneo nell’indifferibile processo di rinnovamento. Una terza riflessione infine si rivolge alla necessità di potenziare il raccordo tra formazione e lavoro per garantire agli studenti una preparazione efficacemente spendibile in termini occupazionali. Un programma intenso che ovviamente avrà bisogno del massimo impegno per cercare di risollevare la storica Università per Stranieri di Perugia