Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bastia Umbra: non vuole pagare e mostra grosso coltello alla cassiera, paura in un supermercato

  • a
  • a
  • a

 Ha tentato di rubare alcune bottiglie di bevande mostrando alla cassiera un grosso coltello da cucina e dicendo che non avrebbe dovuto pagare, ma è stato fermato dalla prontezza di un dipendente che, dopo averlo disarmato, ha chiamato la polizia di Stato del commissariato di Assisi, agli ordini del vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca.

 

L’anziano, una volta identificato è stato denunciato per rispondere delle ipotesi di reato di tentata rapina impropria e possesso ingiustificato di arnese atto ad offendere. I fatti sono accaduti in un supermercato di Bastia Umbra, dove era stato segnalato un tentativo di rapina. Una volta intervenuti sul posto gli agenti hanno sentito le testimonianze dei presenti, secondo cui l’uomo, aveva oltrepassato le casse senza pagare alcune bottiglie di bevande che aveva prelevato dallo scaffale. L’anziano ottantenne, all’invito della cassiera a fermarsi per pagare la merce, ha aperto la giacca e mostrato un grosso coltello da cucina, affermando che lui non doveva pagare. A questo punto è intervenuto un secondo dipendente che gli ha sfilato il coltello dalla giacca e ha chiamato la Polizia. L’anziano, quindi, una volta identificato è stato denunciato: dovrà rispondere delle ipotesi di reato di tentata rapina impropria e possesso ingiustificato di arnese atto ad offendere.

 

Un anno fa un precedente simile, quando un ladro che aveva rubato quattro paia di scarpe in un supermercato aveva poi colpito l’addetta alla sicurezza che tentava di fermarlo. L’addetta alla vigilanza aveva comunque inseguito il ladro, chiedendo l’intervento del 113 che, in breve, aveva rintracciato il giovane e recuperato anche il bottino di cui aveva tentato di liberarsi. Ancora prima, a Cannara, lo strano caso di un 64enne che da un lato omaggiava i dipendenti del supermercato di cui era cliente abituale con i prodotti del suo orto, ma contemporaneamente nella sua casa aveva un tesoretto di beni alimentari di lunga durata, rubati anche dall’esercizio commerciale, incluse 73 confezioni di formaggio stagionato, 20 confezioni di wurstel, 60 confezioni di vino.