Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bastia Umbra, ruba gettoni all'autolavaggio: denunciato giovane incensurato

  • a
  • a
  • a

I carabinieri della stazione di Bastia Umbra hanno denunciato per l’ipotesi di furto all’Autorità Giudiziaria di Perugia un giovane 23enne, incensurato. Una bravata, così l’ha definita quando si è visto scoperto.

 

Alcuni giorni fa il giovane si era recato in un autolavaggio per  pulire la propria autovettura. Terminate le operazioni si sarebbe accorto che la gettoniera era stata lasciata aperta dal proprietario, con le chiavi inserite. Il tempo di guardarsi in giro, vedere che nessuno lo osservasse, tantomeno il proprietario impegnato in altre mansioni, e il ragazzo avrebbe portato via il cassetto con tutti i gettoni all’interno e le chiavi. E sparire. AI proprietario, accortosi poco dopo di quanto accaduto, non è rimasto altro da fare che recarsi in caserma a denunciare l’accaduto. Purtroppo, gli elementi per risalire all’autore del furto non erano, anche le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza non permettevano di risalire alla targa del mezzo.

 

I carabinieri però non si arrendono, passano giorni a visionare il filmato, osservano ogni minimo dettaglio, ed alla fine lo notano, un piccolissimo segno particolare sulla carrozzeria e si mettono alla ricerca del mezzo con quel particolare dettaglio.

Succede così che durante uno dei tanti servizi perlustrativi finalizzati al controllo della città, uno dei due militari nota un’autovettura ferma in un grande parcheggio pubblico, della stessa tipologia di quella utilizzata per fuggire, decide di approfondire il controllo e nota quel piccolo segno.

Il proprietario però non corrisponde alla descrizione fatta dalla vittima del furto e a quella osservata nei filmati. Ulteriori accertamenti permettono però di appurare che il figlio del proprietario invece corrisponderebbe sia per età, sia per corporatura.

Convocato in caserma il ragazzo, dopo un’iniziale resistenza ha ammesso le colpe e ha restituito la refurtiva, che è stata immediatamente riconsegnata al legittimo proprietario. Premiata insomma la tenacia dei carabinieri.