Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: scomparsa di Barbara Corvi, i carabinieri annunciano un arresto per omicidio

  • a
  • a
  • a

Un uomo è stato arrestato con l'accusa di omicidio per la scomparsa di Barbara Corvi, la mamma di Amelia, in provincia di Terni, della quale non si hanno più notizie dal 27 ottobre del 2009, quando a denunciarne la scomparsa fu il marito, dal settembre 2020 indagato, insieme al cognato, per omicidio e occultamento di cadavere.

L’annuncio dell’arresto è arrivato nella mattinata di martedì 30 marzo 2021 dai carabinieri del comando provinciale di Terni che hanno annunciato che, a mezzogiorno, si svolgerà una conferenza stampa tenuta dal procuratore capo della Repubblica di Terni, Alberto Liguori.

Le indagini furono archiviate in un primo momento, ipotizzando un allontanamento volontario, poi, a fine luglio 2020 un pentito di ‘ndrangheta di origine calabrese, che avrebbe collaborato circa 20 anni fa con la giustizia e che sarebbe stato inserito per anni in un programma di protezione, rilasciò dichiarazioni che portarono all’apertura del caso. L’uomo venne anche sentito dalla Procura di Terni e, sulla base delle sue rivelazioni, vennero riprese le indagini che ora, a quanto annunciato dai carabinieri, hanno portato all’arresto di un uomo. L’ultimo a vedere Barbara Corvi fu, quel 27 ottobre di 12 anni fa, il marito, Roberto Lo Giudice, che ha sempre sostenuto la tesi dell’allontanamento volontario.

Lo Giudice, intervistato in occasione della riapertura del caso anche dalla trasmissione “Chi l’ha visto”, ha sempre ripetuto la sua ricostruzione delle ultime ore in cui la donna era stata vista ancora in giro per Amelia, ovvero di averla riportata a casa dopo un appuntamento dal commercialista ma di non averla più ritrovata al suo rientro, ipotizzando, per l’appunto, che si potesse essere allontanata di sua volontà.

I familiari di Barbara Corvi, in particolare la sorella, in questi anni hanno sempre tenuto vivo il ricordo della donna, organizzando sempre eventi e manifestazioni per sensibilizzare l’opinione pubblica verso la ricerca della verità ogni 27 ottobre, in occasione dell’anniversario della scomparsa.