Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assisi: la giunta perde pezzi, si è dimesso l'assessore Pettirossi

  • a
  • a
  • a

Come un fulmine a ciel sereno si è dimesso l'assessore Simone Pettirossi. Ad Assisi gli addii alla giunta Proietti o alla maggioranza sono già sei: l’ultimo è Simone Pettirossi, esponente del Pd, che ha dato ieri le sue dimissioni da titolare, tra gli altri, di delle politiche scolastiche ed educative, edilizia scolastica, smart city. In cinque anni di cammino, Proietti ha perso tre assessori – Claudia Travicelli, defenestrata nel 2017, Eugenio Guarducci, che ha lasciato dopo due edizioni di Universo Assisi non brillantissime e criticate anche dalla stessa maggioranza, e la meteora Italo Rota, durato da agosto 2017 ad aprile 2018 – e due consiglieri comunali – l’avvocato Franco Matarangolo, dimissionario nel 2018, e Luigi Bastianini, passato in minoranza poche settimane fa.

 

 

Il saluto della giunta è scarno e arriva dopo sei ore dalla notizia delle dimissioni. In cinque righe, si “prende atto delle dimissioni, improvvise e inattese”, e si fa sapere di ritenere che “in questo momento di grande difficoltà, la città abbia bisogno di un governo compatto e nel pieno della sua funzionalità. Ringraziamo Pettirossi per quanto fatto fino a oggi". Dalla Lega invece si punta il dito contro “l’atteggiamento dispotico” di Proietti, la cui “chiusura a riccio nelle proprie convinzioni si è tradotta nella mancata concertazione con le forze vive della città, il mondo dell’associazionismo e il sistema imprenditoriale”. Il Pd reputa invece le dimissioni "senza dubbio una perdita importante. Bisognerebbe però ricompattarsi nelle difficoltà e risolvere i dubbi con il dialogo e il confronto. La fiducia reciproca - conclude la nota del Pd riferendosi anche alle elezioni di ottobre - non è minimamente intaccata e il costante dialogo ci garantisce un’operatività reale e decisiva".

 

 

 

Per Forza Italia e Progetto Assisi la maggioranza è “una compagine tutt’altro che compatta ed unita, verso la quale i cittadini non possono che guardare con diffidenza avendo ieri e oggi mostrato tutte le sue lacune che la rendono inadatta a governare i prossimi importantissimi 5 anni, pieno di importanti appuntamenti". Da Assisi Domani si definisce quello di Pettirossi come "Un atteggiamento irresponsabile e incoerente. In piena condivisione col Pd e il resto della maggioranza si va avanti nell’attuazione del programma".