Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, il Comune installa due nuovi autovelox in via Lessini e un varco Ztl a Piediluco

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Terni fa i conti in vista del bilancio di previsione che dovrà essere approvato entro il 30 aprile 2021. Sul versante delle multe per le violazioni al Codice della strada, tra multe per limiti di velocità e sanzioni amministrative pecuniarie, si prevede un incasso di 18 milioni nel prossimo triennio per una media, quindi, di 6 milioni l’anno.

Si punta a un aumento delle entrate anche grazie a due autovelox fissi in più, già installati in via Lessini ma ancora da attivare, e a un varco Ztl a Piediluco. Parte delle somme incassate saranno poi riversate su interventi di manutenzione, dotazione di strumenti e opere per la sicurezza stradale. In particolare, oltre 15 milioni di euro riguardano, secondo l’ex articolo 208 del Codice della strada, le sanzioni amministrative pecuniarie, mentre i restanti 2,5 milioni le multe per il superamento dei limiti di velocità: in quest’ultimo caso il 50% dei proventi spetta all’ente proprietario della strada da destinare alla realizzazione di interventi utili alla manutenzione e alla messa in sicurezza delle arterie cittadine, più il potenziamento del controllo e di accertamento delle violazioni in questo ambito. Molte polemiche sono state sollevate però proprio sugli autovelox di via Lessini che dovrebbero essere attivati, a quanto sembra, verso la metà del mese di aprile 2021.

Tornando all’ex articolo 208, nel documento si precisa che “le entrate sono devolute a Regioni, Province e Comuni se le violazioni sono state accertate da funzionari, ufficiali e agenti degli enti locali e non dello Stato. In questo caso, in misura non inferiore al 50% rispetto al totale, le finalità riguardano per una quota minima del 25% a interventi di sostituzione, ammodernamento e manutenzione della segnaletica, un 25% per attività di controllo e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature e per il restante 50% anche per la redazione dei piani urbani del traffico, opere per la sicurezza a tutela degli utenti deboli e corsi didattici finalizzati all’educazione stradale”.

“Stiamo realizzando un reale potenziamento del Corpo di polizia Locale – spiega l’assessore alla polizia Locale, Giovanna Squarcia – i cui effetti si vedranno nel corso dei prossimi mesi. Tra l’altro ci sono corsi già banditi per assumere agenti, al momento ne abbiamo poco più di cento, ma l’età media è elevata. Avere più agenti in organico permetterà inoltre di potenziare i servizi ‘a piedi’. Altro aspetto significativo – prosegue – è che la direzione polizia Locale e Mobilità ha provveduto all’acquisto di strumentazioni per l’accertamento delle violazioni al Codice della strada che consentirà controlli più accurati e moderni, tra cui la lettura dei dati del cronotachigrafo digitale, l’identificazione, con un sistema portatile, di veicoli non assicurati, rubati, con revisione scaduta o sottoposti a fermo amministrativo ma circolanti. Una riflessione anche in merito all’investimento sulla segnaletica stradale funzionale alla sicurezza, in primis, dell’utente della strada oltre che al decoro e rende più agevole l’attività della polizia Locale”.

E sugli autovelox: “Capisco le polemiche – puntualizza - ma è bene anche pensare non solo all’aspetto degli incassi, ma soprattutto alla prevenzione, dunque, al calo di eventuali incidenti stradali e a una conseguente maggiore tranquillità degli automobilisti”.