Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, sono di nuovo in funzione le scale mobili di via Pellini

  • a
  • a
  • a

Dopo diciannove mesi, dal luglio 2019, le scale mobili di via Pellini alle 16 di ieri, giovedì 25 marzo, sono tornate in funzione. Un taglio del nastro vissuto dalla città come una festa perché il servizio assicura nuova vita a un’area importante della città, il rione di Porta Santa Susanna.

 

 

Il percorso meccanizzato, che collega via Checchi, viale Pellini e via dei Priori, è stato sottoposto in questo lungo periodo a un intervento di completa riqualificazione necessaria in considerazione della scadenza della cosiddetta “vita tecnica” . Presente all’inaugurazione, oltre al sindaco Andrea Romizi, assessori, tecnici addetti ai lavori e i cittadini. Il sindaco Andrea Romizi ha voluto sottolineare: “Nel giro di cinque anni abbiamo portato a compimento tutti i percorsi meccanizzati dell’acropoli: Rocca Paolina, gli ascensori del mercato coperto e della galleria Kennedy e adesso le scale mobili di viale Pellini”. I lavori nel rione di Porta Santa Susanna non finiscono qui: “a breve partirà il cantiere che consentirà di riqualificare l’area intorno alle scale mobili - ha aggiunto il sindaco -. Poi toccherà al parcheggio Pellini”.

 

 

Il nuovo impianto ha avuto un costo totale di 3,5 milioni, tutti finanziati con mutuo acceso dal Comune. I lavori sono stati appaltati ed eseguiti dal raggruppamento temporaneo di imprese fra Kone SpA e Lattanzi Srl. “Nel dettaglio – ha spiegato il direttore dei lavori Margherita Ambrosi - le opere hanno consentito di sostituire cinque scale: le quattro del percorso via Checchi-via Pellini-via dei Priori e quella del parcheggio Partigiani. Le prime quattro sono state allargate, da 60 cm a a 100 cm. Ciò ha consentito di trasformare ogni gradino in biposto aumentando la capacità di trasporto della struttura. I lavori nell’area sono consistiti, pertanto, nella realizzazione di un più vasto spazio in muratura con una nuova copertura in vetro con impianto fotovoltaico integrato. Inoltre si è intervenuti sull’illuminazione con l'impiego di strisce a led oltre a un corrimano retroilluminati e alla videosorveglianza”.