Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, festa di compleanno abusiva a Fontivegge: 9 multe e 3 denunce

polizia-controlli

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Festa di compleanno abusiva con persone in casa senza mascherine e senza distanziamento. Non è il primo episodio simile in Umbria e non lo è nemmeno nel quartiere di Fontivegge dove appunto, richiamati dai vicini che hanno sentito il baccano e, giustamente non hanno lasciato correre, sono intervenuti gli agenti della squadra volante della questura di Perugia, alla guida del commissario Monica Corneli. 

 

Il fatto, secondo quanto riferisce una nota della questura stessa, si è verificato in via Mario Angeloni. In ausilio della polizia è intervenuta anche la Guardia di Finanza. Le forze dell'ordine sono quindi entrate nell'appartamento in cui c'era una festa di compleanno: c'erano festoni attaccati alle pareti e i presenti, una decina circa, stavano ballando e bevendo senza osservare il minimo distanziamento e senza indossare la mascherina. 

 

La polizia li ha immediatamente messo fine alla festa e ha iniziato a identificare tutti i presenti: si tratta di persone di origine cubana e dominicana. Complice l'assunzione di alcol, tre delle persone che stavano partecipando alla festa hanno aggredito poliziotti e militari. Fortunatamente nessuno è rimasto contuso ma questi tre si sono anche presi una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. Per tutti e nove invece è scattata la multa per inottemperanza alla normativa AntiCovid. Nel quartiere di Fontivegge recentemente la polizia era intervenuta perché c'era una festa di matrimonio. Anche in quel caso erano state elevate diverse multe. E anche in quel caso, a sollecitare l'intervento degli agenti erano stati dei vicini di casa allarmati per il chiasso e per i pericoli che assembramenti senza distanziamento e senza mascherine potrebbero causare. L'ultimo episodio simile si è invece verificato a Villanova di Marsciano, a confine con il territorio comunale di Perugia: un diciottesimo a cui hanno partecipato una ventina di giovani, tutti rigorosamente senza mascherina. Per loro una sfilza di multe e denunce in via di valutazione e l'ordinanza di isolamento contumaciale per 15 giorni.