Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città della Pieve, pronti 5,2 milioni per rifare la scuola

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Un nuovo edificio scolastico ospiterà i bambini della scuola dell’infanzia e della primaria di Città della Pieve nei prossimi anni. Il Comune amministrato da Fausto Risini ha infatti approvato il bilancio di previsione per il triennio 2021-2023, e alla voce lavori pubblici significative risorse sono dedicate all’edilizia scolastica. Dopo aver ricevuto una serie di finanziamenti, sono stati stanziati più di cinque milioni per realizzare il nuovo edificio.  “I soldi ci sono – spiega il sindaco Fausto Risini – 5.225.000 euro che impegneremo per abbattere l’attuale scuola e per ricrearne una nuova. Bisognava sistemare edificio, l’importo non è lo stesso ma preferiamo rifarlo per intero”.

 


L’attuale scuola sorge in piazza Unità d’Italia, a fianco all’edificio che ospita il liceo Italo Calvino e di fronte a Sant’Agostino, dove si trova la vecchia sede della scuola secondaria di primo grado. Ed è proprio in questo edificio che i bambini si trasferiranno per consentire la realizzazione del nuovo plesso. “Fino a qualche anno fa ospitava la ex scuola media – prosegue Risini – adesso questo stabile è per la maggior parte vuoto (una piccola parte dell’edificio già ristrutturata ospita il liceo musicale), per cui dovremo fare dei lavori di messa in sicurezza per le norme antisismiche, e una volta completati potremo dare il via al nuovo cantiere”.

 


Il sindaco Risini non si sbilancia né per quanto riguarda le tempistiche né per quanto riguarda le classi che ospiterà il nuovo edificio. “Non possiamo sapere quante saranno le classi che andrà ad ospitare o quanti bambini potranno frequentarla – dichiara il primo cittadino – certo è che staremo attenti alle previsioni che ci sono adesso: calibreremo il nuovo edificio in base ai dati sull’attuale utenza, magari stando un po’ più larghi nell’eventualità di un aumento delle nascite. Per quanto riguarda le tempistiche, partiremo con i lavori dopo la messa in sicurezza per le norme antisismiche dell’ex scuola media, per la quale speriamo di iniziare entro l’estate”.