Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, Sara Tommasi sposa il manager Antonio Orso. Nozze blindate al Comune di Massa Martana

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

E’ tutto pronto per le nozze tra la showgirl ternana Sara Tommasi e il suo manager Antonio Orso. Il matrimonio sarà celebrato domenica 21 marzo con rito civile nel Comune di Massa Martana, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e soltanto con pochissimi parenti invitati. Poi, di sera, Sara e Antonio saranno ospiti del Resort Vallantica di San Gemini per qualche ora di relax in piscina e Spa prima di una cena romantica a lume di candela.

La festa e il pranzo di matrimonio sono stati invece rinviati all’estate. Sara, come si vede nella foto, ha provato l’abito delle nozze, accompagnata dalla nonna Giuliana, all’Atelier Paola D’Onofrio di Roma. Quello in foto, ovviamente, non è l’abito che ha scelto per la cerimonia. Con Antonio Orso, la showgirl condivide anche la passione per la musica. Si chiama “Impara ad amarti” la canzone che ha inciso di recente. Il brano è dedicato alla violenza sulle donne, tema che da sempre sta molto a cuore alla.soubrette. Sara Tommasi, dopo un lungo lavoro in sala d'incisione, ha dato alla luce il nuovo singolo dove si parla di donne sfruttate e maltrattate per poi concludersi con la voce di un uomo che avverte: “Marte non può distruggere Venere!”.

In più la bella Sara ha deciso di cimentarsi con un mostro sacro della musica italiana come Mina, cantando la cover di “Parole, parole” in coppia proprio con il marito-manager, Antonio Orso. Intanto Sara Tommasi è stata contattata da un editore per scrivere un libro sulla sua vita. Tra i vari ricordi che metterà nero su bianco ce ne è uno che riguarda il nonno pasticciere quando preparò la torta per Roberto Benigni per il film "La vita è bella". “Avevo 16 anni e, casualmente, capitai nel laboratorio di pasticceria di mio nonno Emilio a Terni. Lui, purtroppo, è morto nel 2017, ed era il titolare di una dei più grandi e importanti panifici di Terni. Dal suo panificio uscì la celebre torrta per il film Oscar girato a Papigno".