Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pasqua, alla Collegiata di Umbertide messe su prenotazione e kit per le benedizioni

  • a
  • a
  • a

Messe su prenotazione e benedizioni pasquali svolte interamente dalle famiglie grazie a un kit fornito dalla parrocchia. Sono queste le iniziative messe in atto dal parroco della Collegiata, la chiesa simbolo di Umbertide, monsignor Pietro Vispi. “Non potendo esserci contatto diretto con le famiglie – spiega il sacerdote - con il consiglio parrocchiale abbiamo scelto di rivalutare la possibilità che ogni battezzato ha di esercitare il suo sacerdozio dovuto al battesimo, salvando così l'aspetto almeno spirituale della visita. Infatti il padre e la madre di famiglia hanno la sacrosanta potestà di benedire i loro cari”.

 

Per questo, spiega Don Pietro, il giorno di Pasqua verranno distribuiti dei sacchetti (debitamente sterilizzati) con la bottiglietta dell'acquasanta e il foglietto con le formule di preghiera opportune: “Ricordo ancora come un tempo – dice il parroco – quella del capofamiglia era una benedizione molto normale nell'uso quotidiano prima di andare a letto la sera, in occasione di grandi eventi come il matrimonio, l'andare al militare o un lungo viaggio”. Anche a Pasqua, come era già accaduto per Natale, don Vispi riproporrà il sistema della prenotazione per partecipare alle solenni celebrazioni in occasione della Resurrezione, che si svolgeranno alle 9 e alle 11.30. I posti disponibili per i fedeli sono circa 80 e già la metà, a pochi giorni dall'apertura delle prenotazioni, sono stati assegnati: “Fin da quando sono stati riaperti i luoghi di culto – afferma – siamo stati particolarmente rigorosi nelle regole di disinfezione, distanziamento e distribuzione dell’Eucaristia con pinzette apposite. Abbiamo voluto esserlo soprattutto a Natale e ora a Pasqua, garantendo il distanziamento attraverso la prenotazione del posto numerato”.

 

Pure la vita quotidiana della parrocchia prosegue sotto le regole anti Covid: “Kit sterili – racconta don Pietro – vengono distribuiti quindicinalmente anche per le schede di catechismo, in modo da rinviare la dad catechistica solo all'ultima settimana precedente la prima comunione. Per tutto il resto, comprese le letture domenicali, viene usato il sito web parrocchiale. Ho quasi 70 anni ma sono ancora tosto nelle decisioni, lucido nella valutazione e, per quanto posso, aggiornato sui mezzi di comunicazione”.