Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spello, affitta la casa a una coppia e dopo quattro giorni la ritrova distrutta

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

Affitta la casa a una coppia di trentenni e dopo soli quattro giorni la ritrova completamente distrutta. A raccontare l'incredibile storia è il proprietario di quello che era un graziosissimo appartamento nel cuore di Spello. Una storia che è sfociata in ben due denunce, la seconda delle quali verrà formalizzata nella giornata di oggi con tanto documento fotografici allegati. “Riassumendo la vicenda, agli inizi di marzo mi ritrovo ad affittare casa, tengo a ribadire con contratto regolare e tutte le procedure di legge rispettate a puntino, ad una coppia di trentenni provenienti da Rimini, o almeno così mi hanno fatto erroneamente credere".

"Mi chiedono in affitto la casa per 29 giorni, visto che vogliono stare vicino al padre del ragazzo che, dicono, è ricoverato all'ospedale di Foligno. Naturalmente una balla, visto che nei giorni successivi sono venuto a sapere che non più tardi di cinque giorni prima della data del loro arrivo erano stati denunciati da un'altra struttura per danneggiamenti – racconta il proprietario della casa, Max Brunelli - A una prima occhiata mi sono apparsi due bravi giovani, soprattutto la ragazza, che aveva dei modi di fare e di comunicare molto educati. Ma sono bastati due giorni di permanenza per rendermi conto di essere caduto in una trappola. Ricevo infatti, in men che non si dica, le prime chiamate da vicini di casa, amici, compaesani e poi dopo poche ore anche dai carabinieri che mi convocano per interrogarmi, visto che questi giovani avevano già provocato problemi di un certo tipo nei loro pochi giorni di permanenza, come tentativi di furto ai danni di altre abitazioni, prepotenze, provocazioni varie, rumori molesti in strada".

"Rumori per lo più causati dal lancio di oggetti e di mobili dalla finestra della mia casa. In soli quattro giorni sono riusciti a distruggere tutto quello che vi era dentro: mobili, suppellettili, bottiglie. Addirittura sono stati capaci di imbrattare con della vernice nera i vetri delle finestre”. Dopo qualche giorno di grande tensione Brunelli è riuscito a far allontanare i due dalla casa grazie anche alla mediazione e all'intervento dei carabinieri di Spello.