Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, lite in strada: in prognosi riservata l'uomo ferito alla testa

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

Rimangono molto gravi le condizioni dell'uomo che nella serata di venerdì a Foligno è stato malmenato in strada, al termine di una lite, con un'altra persona. Una lite che in pochi minuti è degenerata in una scazzottata. Botte che sono valse lesioni gravissime ad uno dei due che, una volta intervenuti sul posto Polizia e sanitari del 118, è stato subito trasportato all’ospedale San Giovanni Battista di Foligno con una profonda ferita alla testa, e da lì condotto d’urgenza poche ore dopo al Santa Maria della Misericordia di Perugia a causa della gravità del quadro clinico.

All’origine della lite le attenzioni troppo insistenti dell’uomo rimasto gravemente ferito nei confronti dell’ex moglie dell'altro. Secondo quanto è stato possibile ricostruire dagli investigatori del Commissariato di Polizia di Foligno coordinati dal vicequestore aggiunto Bruno Antonini, la donna esasperata dalle attenzioni insistenti dell’uomo che si trovava nella serata di venerdì sotto casa sua, ha chiesto aiuto all'ex marito che si è recato sul posto. Un incontro sfociato in una violenta lite e poi nelle botte.

Intanto il responsabile delle percosse è stato denunciato per lesioni, ma le indagini sono ancora in corso per cercare di chiarire al massimo l'episodio. Come continuano a tutto campo le indagini per individuare l'autore della rapina avvenuta nel pomeriggio di venerdì a Prato Smeraldo, ai danni dell'edicolante di via Mameli (bottino intorno ai 300 euro). Secondo quanto è riuscita a ricostruire la Polizia dietro il colpo potrebbe esserci due persone, una delle quali potrebbe essere lo stesso autore della lunga sequela di scippi avvenuta in città.