Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, Coletto: "I consiglieri Pd non erano autorizzati a visitare l'ospedale"

  • a
  • a
  • a

In Umbria i consiglieri regionali del Pd in vista all’ospedale da campo della Regione, a Perugia, “non erano autorizzati”. Lo ha confermato l’assessore regionale alla Salute Luca Coletto rispondendo in consiglio regionale a una interrogazione della Lega. “Nel parcheggio Taramelli dell’ospedale di Perugia - spiega Coletto - sono attualmente presenti due strutture campali, uno dell’esercito e l’altra della Regione ad oggi inattiva. L’area è presidiata da militari che comunque non garantiscono il controllo degli accessi dentro l’ospedale da campo di proprietà regionale per il quale è stato attivato un servizio di vigilanza il cui personale consente l’accesso alla struttura solo attraverso autorizzazione da parte della direzione sanitaria dell’azienda ospedaliera di Perugia".

Coletto ha spiegato che "come da relazione del servizio di vigilanza Mondialpol, il 19 febbraio alle 15.30 si recavano presso l’ospedale da campo quattro consiglieri regionali senza autorizzazione da parte dell’azienda ospedaliera i quali sono stati fermati da due dipendenti dell’azienda che si trovavano dentro della struttura per allestire la segnaletica interna. Tutto ciò è supportato da analisi documentale presso la direzione generale dell’azienda ospedaliera dalla quale si evince che non risultano pervenute richieste di accesso all’ospedale da campo, né risultano rilasciate autorizzazioni".

"Il comportamento dei consiglieri - ha continuato - non li ha esposti al rischio epidemiologico in quanto non erano stati ancora trasferiti nella struttura pazienti infetti. Si puntualizza tuttavia che tale modus operandi risulta poco responsabile in quanto i 4 consiglieri non erano preventivamente a conoscenza di cosa si stava facendo all’interno della struttura dedicata alla cura del Covid”.