Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, vaccini all'aeroporto: buon inizio. Duecento dosi al giorno

Gabriele Grimaldi
  • a
  • a
  • a

Il 19 febbraio il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, e l’Enac annunciavano di aver trovato un accordo per la concessione gratuita alla Usl Umbria 2, per sei mesi, della palazzina all’interno dell’aeroporto in modo tale da trasformarla nel nuovo centro vaccinale anti Covid a disposizione della città della Quintana. Alle 8.30 di ieri, lunedì 8 marzo, dopo alcune settimane di lavoro, il nuovo punto vaccinale, allestito in un primo momento alla Sala Alesini dell’Ospedale San Giovanni Battista, ha iniziato a funzionare. “Sto molto bene e sono davvero contento di essermi vaccinato – ha raccontato Giovanni Paolo Sbrizzo, ottantenne nativo di Brindisi dopo aver effettuato il secondo richiamo – Il personale è stato molto gentile e dopo aver aspettato 15 minuti… eccomi qua, è stata una liberazione. Questa postazione è migliore rispetto all’ospedale, dove c’è più caos tra chi deve far il vaccino e chi deve fare il tampone. L’unica cosa negativa è che fino alla sera prima non sapevamo con certezza dove saremmo dovuti andare. So che qualcuno ha fatto la fila inutilmente all’ospedale prima di scoprire che i vaccini ora si fanno qui”.

Tutto si è svolto con ordine e nel pieno rispetto delle regole. L’afflusso di persone è stato ben gestito dai tre volontari della protezione civile presenti e dagli agenti della polizia. Nessun problema è stato riscontrato per i parcheggi. Gli anziani con problemi di deambulazioni, insieme agli accompagnatori, hanno lasciato la macchina nell’area di sosta che si trova proprio di fronte all’ingresso della palazzina. Gli altri hanno parcheggiato ai bordi della strada, non creando alcun tipo di intralcio. Anche il tempo, dopo qualche iniziale spruzzata di pioggia, è stato clemente. L’organizzazione è stata certosina anche per quanto riguarda gli spazi, ben delineati e differenziati tra le vie di entrata e le vie di uscita, per consentire ai prenotati al vaccino, con l’aiuto dei volontari della Prociv, e al personale sanitario di poter svolgere tutto il necessario senza intoppi. Anche gli accompagnatori hanno atteso i propri cari in maniera ordinata. “Sto aspettando mio papà anziano che sta facendo la seconda dose – ha detto una signora - Questa campagna vaccinale è una fortuna e un’opportunità che non potevamo sprecare. L’organizzazione è perfetta, ho fatto la prenotazione online senza intoppi e l’avviso sull’ora e il posto dove andare a fare la vaccinazione mi è arrivato per tempo via sms. Questa postazione è molto comoda, visti gli spazi aperti che ci sono e le ampie possibilità di parcheggio”.

La dottoressa Annunziata Di Marco, membro del team vaccinale guidato dalla dottoressa Giuliana Fancelli, è soddisfatta: “Finora è andato tutto bene – afferma – e siamo contenti perché chi è venuto a vaccinarsi è stato collaborativo e ci ha reso la vita più facile. Mano a mano vedremo dove si può migliorare e quali criticità ci saranno. Stiamo pensando di chiedere qualche volontario in più per l’assistenza, ma anche di mettere un’altra scrivania e anche alcune sedie. In equipe siamo una decina, gli stessi della Sala Alesini. In base alle prenotazioni faremo 200 vaccinazioni al giorno”. La campagna vaccinale si svolgerà all’interno dell’aeroporto fino a venerdì con i seguenti orari: 8.30-14 e 14.30-19. Il sabato (8.30-14 e 14:30-19) e la domenica (8.30-14), invece, le vaccinazioni saranno effettuate nella Sala Alesini dell’ospedale di Foligno. Per quanto riguarda il nuovo punto dove effettuare i tamponi drive through, che sorgerà nell’area Santo Pietro, dietro allo stadio Blasone, la Usl Umbria 2 fa sapere che ieri è stato effettuato un “sopralluogo del servizio attività tecniche e patrimonio per iniziare i lavori di installazione di tre tensostrutture e allestire l’area”.