Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, rinviata l'apertura della Zona a traffico limitato. Il sindaco spiega i motivi della scelta

Esplora:

  • a
  • a
  • a

L’analisi della situazione della pandemia, con il rapido peggioramento della curva dei contagi da Covid-19 nel territorio comunale di Terni, è stato uno dei  punti in discussione nell’ambito del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato dal Prefetto e che si è svolto lunedì 8 marzo.

“Proprio la verifica dei dati e il mutamento in negativo della situazione della nostra città, che hanno delineato uno scenario del tutto diverso rispetto a tre giorni fa, ha fatto emergere in sede del comitato stesso l’opportunità, a tutela della salute pubblica, di sospendere, in attesa di ulteriori evoluzioni della situazione dei contagi, l’apertura temporanea della Ztl, al fine di evitare, in questa fase qualsiasi rischio ulteriore di assembramenti”, ha detto il sindaco Leonardo Latini. “La pandemia – ha continuato il sindaco - ci sta purtroppo costringendo a repentini cambi di scenario ed è per questo importante e decisivo un confronto costante con le altre istituzioni impegnate nella lotta alla diffusione del Covid. Un confronto che continuerà nelle prossime ore e nei prossimi giorni, sempre con l’obiettivo della tutela della salute dei cittadini, cercando al tempo stesso di individuare tutte le possibili misure di sollievo per le categorie economicamente più esposte, in un equilibrio di disposizioni che non è affatto semplice da realizzare.”

"Sulla sicurezza, il commercio e la Ztl il sindaco di Terni - hanno commentato i consiglieri comunali di Uniti per Terni Paola Pincardini, Anna Maria Leonelli e Valdimiro Orsini - ormai è in totale confusione. Lo diciamo con grande dispiacere perché una buona amministrazione equivale ad una città vitale, ma la giunta Latini sembra aver perso il controllo della situazione.  Noi abbiamo sempre creduto che il tema della sicurezza sia elemento centrale, ne abbiamo fatto parte integrante della campagna elettorale di ognuno di noi, non possiamo accettare quindi quello che si verifica ogni fine settimana. E mentre in città regna il far west il sindaco sfoglia la margherita: apro non apro la ztl? È triste vedere ridotti i veri, grandi, problemi dei commercianti ternani a una questione di auto".