Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, trovati fuori Comune senza giustificato motivo: quattro multati

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

 Carabinieri e polizia locale durante il fine settimana hanno intensificato i servizi di prevenzione e controllo per quanto concerne il rispetto delle normative anti Covid a Gubbio.

 

 

I militari al comando del capitano Del Sette hanno controllato 82 persone che sono state identificate, quattro di loro sono state sanzionate perché sorprese fuori Comune (erano residenti a Corciano e a Perugia) senza giustificato motivo. Per tutte è scattata la sanzione da 400 euro che se pagata entro cinque giorni si riduce a 280 euro (-30%). Sono stati effettuati anche numerosi servizi lungo le strade, dove sono stati controllati 45 mezzi. 

 

 

Nel mirino della polizia locale decine e decine di negozi, palestre (risultate chiuse), centri sportivi (chiusi) e parchi. Un esercente è stato sanzionato, sono state identificate numerose persone e sono stati effettuati diversi interventi in più zone della città e dell’hinterland dopo telefonate che segnalavano presunti assembramenti. Tra questi uno in Corso Garibaldi all’incrocio con via Cairoli, a San Martino, nella zona del Teatro Romano e uno a Semonte. In realtà non sono state riscontrate irregolarità particolari. Le pattuglie, coordinate dal tenente colonnello Elisa Floridi comandante della polizia locale, hanno controllato una quarantina di attività tra pubblici esercizi ed esercizi commerciali (esclusi dai beni primari) ma hanno esteso i controlli, come detto, anche in altre direzioni con interventi, per esempio, anche nei giardini pubblici e nei parchi. In azione due pattuglie, una per i normali controlli e una specifica anticovid. Sabato in un pubblico esercizio a Casamorcia è stata trovata una persona a consumare dentro il locale. 
Controlli sono stati effettuati anche tra Umbria e Marche nella zona di San Bartolomeo e a Branca per controllare gli spostamenti tra Gubbio e Gualdo Tadino. Anche in questo caso sono stati fermati diversi automobilisti che però erano in possesso di motivi validi, per cui non sono state riscontrate irregolarità.