Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tuoro sul Trasimeno, Isola Maggiore festeggia una nuova nascita dopo 27 anni

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Isola Maggiore, dopo 27 anni, accoglie una nuova vita: è nato all’ospedale San Donato di Arezzo, Aldo Stanculeasa Dentini, figlio di Vlad Stanculeasa e di Natalie Dentini. Sono 15 adesso i residenti sull’unica isola abitata del Trasimeno. Una splendida notizia che ha emozionato tutta la comunità torregiana e i residenti isolani.

 


I genitori, Natalie e Vlad, si conoscono da sette anni e hanno casa a Isola Maggiore da quattro. “Siamo molto orgogliosi di aver portato una nuova vita a Isola – spiega Vlad anche a nome di Natalie – Natalie è residente, io viaggio molto per lavoro ma torno sempre appena ho la possibilità”. I due infatti sono violinisti: Natalie è libera professionista, mentre Vlad è primo violino di spalla dell’orchestra di Barcellona e dell’orchestra sinfonica di Basilea.  
“La comunità ci è stata vicina in questo periodo: abbiamo ricevuto tutto l’aiuto, l’amicizia e l’amore possibile – racconta Vlad – ci hanno detto che gli abitanti si sono scambiati la notizia della nascita dalla finestra: è un mondo a parte, unico. Non so se sia rimasto indietro nel tempo o se si trovi nel futuro, ma qui a Isola si vivono i rapporti con le persone e le azioni giornaliere in modo molto diverso rispetto alle città o alle comunità più numerose; e anche nostro figlio potrà avere molti vantaggi se potrà conoscere e crescere in un ambiente così”.

 


“Per noi è stata una grande gioia avere questa coppia giovane – commenta la presidente della Pro loco di Isola Maggiore, Silvia Silvi – il bambino sarà amato da tutti: è un’emozione grandissima. Qui ci vogliamo tutti bene; Vlad e Natalie si sono inseriti appieno nella nostra comunità. L’aver stabilito la loro vita a Isola ci ha fatto un immenso piacere, e anche loro hanno fatto subito tanto per la comunità con il Festival”. 
E anche per il sindaco di Tuoro sul Trasimeno, Maria Elena Minciaroni, questo evento “è un segnale di speranza in un momento difficile. Vuol dire che si sono trovati bene a Isola, a Tuoro e al lago Trasimeno. Anche questo è un bel segnale. Molto incoraggiante”.