Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto: associazione Tema messa in liquidazione dopo 26 anni di gestione del teatro Mancinelli

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Via alla fase liquidatoria per la TeMa, l’associazione per 26 anni si è occupata della gestione del teatro Mancinelli tornata in carico al Comune di Orvieto, in provincia di Terni. Da qualche giorno stanno arrivando ai soci le richieste di pagamento della quota 2020 da parte del commissario liquidatore nominato dal tribunale di Terni. Una quota che, per il Comune, si aggira sui 60 mila euro.

Ne ha chiesto nella seduta del consiglio comunale di giovedì 4 marzo 2021, il capogruppo di “Prima gli Orvietani”, Franco Raimondo Barbabella. “In questi giorni – ha spiegato il sindaco, Roberta Tardani, sua la delega alla Cultura – ho avuto un colloquio con il commissario liquidatore che ha fatto l'inventariazione dei beni della TeMa”. Da parte dell'amministrazione comunale è stata data la disponibilità ad accelerare la procedura. L'obiettivo è completare la massa dei passivi, ovvero i debiti dell’associazione, e quella degli attivi, ovvero i crediti vantati da TeMa, per riuscire a dare soddisfazione, almeno parziale, ai creditori. A questo punta il recupero delle quote associative del 2020 per tutti quei soci non decaduti e non in regola con i pagamenti. Quanto al futuro del teatro Mancinelli, chiuso ormai da prima dell'emergenza Covid, decreti permettendo, sarà comunque a disposizione delle attività e delle manifestazioni che si potranno svolgere. Anche se non è possibile immaginare una Stagione teatrale canonica, almeno prima del prossimo autunno. Dopo aver fatto da set al film tv dedicato a Carla Fracci con Alessandra Mastronardi, il teatro cittadino è tornato ad aprire le sue porte la settimana scorsa in occasione dell'iniziativa “Facciamo luce sul teatro”, promossa in molti teatri d’Italia dalle attrici e dagli attori di Unita, l’Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo, per accendere i riflettori su un settore messo in crisi dalle chiusure imposte dai provvedimenti anti Covid. Una dozzina, in tutta l'Umbria, le strutture che hanno aderito.

Accanto al primo cittadino, ha simbolicamente aderito anche l'attrice Claudia Coli, che fa parte del cast del film “Carla”. Gli ultimi spettacoli ospitatati, a dicembre 2019, sono stati i concerti di Umbria jazz winter e poi, a febbraio 2020, “Orvieto Tango Festival”. In agosto, dopo il lockdown, il teatro era stato tra i primi in Italia a riaprire in sicurezza ospitando le esibizioni di "Orvieto Spazio Musica". A novembre 2020 sarebbe dovuta partire una nuova Stagione, anche questa annullata per via della chiusura dei teatri imposta dal Governo.