Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non rispettano i divieti anti Covid: multe a Città di Castello, Umbertide e Pietralunga

Paolo Puletti
  • a
  • a
  • a

Violano le norme anti Covid e in undici vengono multati dai carabinieri in distinte operazioni a Città di Castello, Umbertide e Pietralunga. Purtroppo nonostante i continui appelli e ancora i contagi non siano sotto controllo anzi in aumento, c’è gente che non rispetta le regole. E le forze dell’ordine sono costrette agli straordinari. Da Città di CastelloUmbertide e Pietralunga, diverse persone continuano a spostarsi violando le prescrizioni. Ma questa volta non hanno dovuto fare i conti con i carabinieri della compagnia di Città di Castello diretta dal capitano Giovanni Palermo. Undici le sanzioni comminate durante il fine settimana scorso, quando, complice il bel tempo, è aumentato notevolmente il numero di persone in strada ed anche all’esterno dei locali pubblici.

Sono stati sanzionati per assembramento dai carabinieri della stazione di Trestina sei ragazzi in località Breccione; sempre a Trestina multa per tre stranieri che in piena notte sono stati controllati mentre transitavano in auto in violazione del coprifuoco. E ancora a Trestina, ma la scorsa settimana, sono stati sanzionati alcuni giovani sorpresi a consumare davanti al bar. Coprifuoco violato anche a Umbertide, dove numerose sono state le sanzioni elevate durante la notte tra domenica e lunedì. Violazione del divieto di spostarsi in mancanza di valide ragioni contestato anche a Pietralunga, dove due persone sono state multate da parte di personale della locale stazione. Dato conto delle sanzioni comminate dai carabinieri, vanno registrate contemporaneamente le proteste per gli assembramenti nella ore notturne, in alcuni casi anche con danneggiamenti, nel parco di Madonna del Latte, dove sono state abbattute le transenne per vietare l’utilizzo del ponte in legno del percorso Gabriotti. Le transenne sono state gettate nel torrente Scatorbia.

Segnalazioni arrivano anche dalla futura piazza dell’Archeologia e da piazza Fanti, dove i giovani in orari serali e notturni sono usi incontrarsi e lasciare segni visibili del loro passaggio.  Insieme all’assessore alla Polizia municipale Michela Botteghi, il sindaco Luciano Bacchetta ringrazia i vigili urbani e le forze dell’ordine “per i costanti servizi di controllo, che anche in questo fine settimana hanno contribuito a tenere alta l’attenzione generale sul rispetto delle regole. E’ importante che, nonostante le belle giornate, si tenga ben presente l’importanza di tutelare la salute pubblica a partire dai più elementari comportamenti, quali il rispetto del distanziamento e l’utilizzo delle mascherine”, puntualizza ancora Bacchetta, che ribadisce ai tifernati “la necessità di evitare assembramenti nei luoghi pubblici, nei parchi e lungo gli itinerari naturalistici”.