Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, vaccini a domicilio: domani si comincia

  • a
  • a
  • a

In Umbria nella giornata di domani, mercoledì 3 marzo, partono i vaccini a domicilio per gli anziani che non sono in grado di muoversi. “Siamo stati contattati dall’Asl: il referente della nostra medicina di gruppo si dovrà recare oggi 2 marzo a piazzale Europa per ritirare le 29 dosi che ci hanno assegnato”, dopo ore di attesa Tiziano Scarponi (nella foto) vice presidente dell’ordine dei medici di Perugia finalmente riesce a tranquillizzare i suoi assistiti che chiedevano quando sarebbero iniziate le vaccinazioni a domicilio.

“Delle 21 dosi che ho richiesto per i miei assistiti me ne forniranno al momento solo 6. Tutte già con i nominativi indicati - prosegue Scarponi che aggiunge - Noi siamo pronti abbiamo fatto la scorsa settimana anche il corso di formazione a Villa Umbra. I singoli professionisti si appoggeranno alla medicina di gruppo e, dopo le iniziali difficoltà, abbiamo avuto anche una deroga alla possibilità di preparare le siringhe con le dosi in ambulatorio per poi andare dai nostri pazienti”.

La questione della vaccinazione a domicilio comporta una organizzazione che deve essere molto attenta. La catena del gelo che è prevista da Pfizer per il mantenimento del farmaco, infatti, comporta uno spazio di tempo ridotto: le dosi devono essere iniettate entro le sei ore dalla loro preparazione. C’è ovviamente da tenere conto che durante il tragitto da un mutuato all’altro si possono verificare tutta una serie di ritardi e incognite che vanno preventivate. “Tra i miei 1.500 assistiti a 498 ho somministrato il vaccino per l’antinfluenzale tra metà ottobre e metà dicembre. Tra questi per 52 sono andato direttamente a casa. Con questo sistema io potrei vaccinare tutti i miei pazienti in due mesi”. Ma intanto si parte, nella speranza che via via la campagna di vaccinazione anti Covid anche in Umbria diventi più veloce e più efficace.