Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, imprenditore in Ferrari rapinato sulla superstrada: anche un Rolex Daytona nel bottino

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Ha pensato fosse un’auto “civetta” di carabinieri o polizia, visto che era scura, di grossa cilindrata, e che dall’interno gli veniva fatto segno di accostare nella piazzola di sosta. Invece l’imprenditore narnese di origine, che da tanti anni vive ed opera a Terni, rapinato la sera di sabato 27 febbraio 2021 sulla superstrada tra Viterbo e Orte, si è trovato di fronte una pistola puntata e la richiesta di consegnare tutto quanto di valore in suo possesso.

E’ trapelato qualche altro particolare sull’azione criminosa di questa banda, composta non da tre – come era sembrato in un primo momento – ma da quattro persone, due delle quali sono scese dall’auto ed hanno minacciato l’imprenditore ternano, che stava rientrando in città a bordo della sua Ferrari dopo una giornata trascorsa sul circuito automobilistico di Viterbo. L’uomo ha temuto per la sua vita, sotto la minaccia dell’arma, ha consegnato il portafogli, contenente documenti, assegni e denaro contante, quindi gli è stato strappato dal polso il Rolex Daytona che indossava. I banditi sono però fuggiti repentinamente, evitando di portar via la Ferrari con la quale, evidentemente, avrebbero fatto certamente fatica a passare, per così dire, “inosservati” nei confronti di chi, di lì a poco, si fosse messo sulle loro tracce.

I carabinieri del comando provinciale di Viterbo, che stanno coordinando le indagini condotte dal comando stazione di Orte e dalla compagnia di Civita Castellana, stanno battendo tutte le piste per risalire agli autori del colpo. I quali potrebbero aver seguito l’imprenditore sin da quando è partito da Viterbo, per poi entrare in azione poco prima di una piazzola di sosta già individuata, per poi garantirsi la fuga, abbandonando la superstrada alla prima uscita utile, poco prima di Orte. Lì, dopo pochi chilometri, le strade secondarie si ramificano e le possibilità di far perdere le proprie tracce aumentano. Come effettivamente si è verificato.