Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, riaperto ai camion il tratto di Flaminia che collega Spoleto a Terni

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Così come annunciato l'ultima settimana di febbraio, la viabilità al traffico pesante tra Spoleto e Terni è stata riaperta lunedì mattina 1 marzo. I lavori eseguiti da Anas sotto al viadotto di Acquaiura sono infatti terminati, restituendo così, fatto non trascurabile, agli operatori dell’accoglienza e della ristorazione dell’intero asse stradale della Statale 3 Flaminia  una tipologia di utenza che è stata da sempre una delle fonti di maggiori introiti economici. La chiusura provvisoria al traffico pesante era stata disposta da Anas il 15 novembre 2020 dopo un controllo, che aveva evidenziato la necessità di un intervento di ripristino sul viadotto di 150 metri che si trova in prossimità della galleria della Somma (versante Spoleto) e in prossimità del bivio che porta alla  frazione di Torrecola.

 

“Gli interventi – ha fatto sapere Anas - hanno riguardato, in particolare, il consolidamento dell’impalcato e di alcuni elementi strutturali al fine di ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile. Al contempo, Anas ha quindi avviato la progettazione di un intervento complessivo di risanamento e miglioramento sismico di questo e di altri cinque viadotti lungo la tratta, per un investimento complessivo di circa 17 milioni di euro. Gli interventi sono tutti in fase di progettazione esecutiva e i lavori potranno essere avviati a partire da maggio”. 

 

Oltre a questi, poi, nel pacchetto di interventi presentati dal gestore della statale e dalla Regione ormai nel giugno 2020 rientrano anche i lavori per allargare quattro curve pericolose procedendo alla demolizione della parete rocciosa e alla costruzione di opere di sostegno. È il caso di Strettura  dove si pensa di realizzare due innesti di acceso al centro abitato e di separare i flussi di traffico. Insomma non si lesinano energie per rendere più sicura questa strategica arteria, punto nevralgico per un pezzo consistente di Umbria.