Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Todi, arriva la videosorveglianza: otto telecamere entro marzo

Aldo Spaccatini
  • a
  • a
  • a

A Todi sono in arrivo le videocamere di sorveglianza. Si sono svolte le operazioni di sopralluogo per la prossima installazione del sistema che servirà il centro storico. Interessate le zone del parco della Rocca, ma anche le scuole medie di piazzale degli Atti e la scuola primaria e secondaria di primo grado di Pantalla. Il progetto del Comune da circa 67 mila euro (nella prima fase), dovrebbe vedere la luce entro il mese di marzo ed avrà un duplice scopo. Da un lato garantire la sicurezza dei luoghi videosorvegliati e, dall'altro, prevenire ipotesi di assembramento, anche ai fini di una corretta applicazione delle misure restrittive anti Covid.

Le otto telecamere, quattro fisse e quattro dotate di motore per l'orientamento, saranno così distribuite: cinque all’interno del parco della Rocca, una in piazza del Popolo, una alla scuola media di piazzale degli Atti e l'ultima alla scuola di Pantalla. Naturalmente, il circuito sarà integrato, tanto che l’investimento prevede la fornitura di un sistema completo di rilevazione/registrazione video completo con la formula chiavi in mano. Come spiegano dall’amministrazione, sono previste anche l'assistenza all'avviamento e la formazione per il personale preposto dell'ente e il supporto agli operatori Help desk 24 ore su 24, sette giorni su sette on site per tre anni.

Nel progetto è previsto che i dati acquisiti sul territorio saranno trasmessi attraverso una rete fisicamente separata e verranno registrati e conservati nella sala Ced del Comune di Todi. Verrà anche predisposta una sala di controllo, ad accesso riservato, nel comando di polizia locale, dove verranno collocate le strumentazioni utili alla visualizzazione delle immagini in tempo reale e/o videoregistrate.
“Con questo importante investimento - spiegano dal Comune - la nostra città continua la sua crescita sul lungo percorso di vivibilità e sostenibilità, nella consapevolezza che una città più sicura e più curata non possa che essere più piacevole per i residenti e più attraente per i turisti. L’amministrazione è poi particolarmente orgogliosa del fatto che i fondi utilizzati per questo primo stralcio sono stati, per intero, reperiti all'interno del bilancio comunale”. Dall’ente puntualizzano come nei prossimi mesi dovrebbero arrivare anche i finanziamenti di tipo statale, che permetteranno di completare l’intera rete, progettata nei mesi scorsi, con il presidio dell'intero centro storico, delle strade principali del comune e degli svincoli della superstrada.