Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: Ast, l'ad Burelli: "Un valore la sostenibilità ambientale, sociale ed economica"

  • a
  • a
  • a

L’attività di un’impresa, a parere del management di Ast, deve essere valutata non solo dal punto di vista economico-finanziario ma anche per la sostenibilità ambientale e sociale. L’azienda, pur non rientrando tra i soggetti per i quali è obbligatorio il rapporto di sostenibilità, ha deciso, per il secondo anno consecutivo, di redigere e presentare il bilancio come atto volontario di trasparenza e responsabilità sociale dell’anno fiscale ottobre 2018-settembre 2019. La presentazione alla presenza dell'amministratore delegato Massimiliano Burelli, e dei manager Massimo Calderini, Dimitri Menecali e Tullio Camiglieri

Burelli non ha dubbi: “La sostenibilità in tutte le sue accezioni (ambientale, sociale, economica) è per Ast un valore. Perché l’azienda vuole contribuire alla salvaguardia del clima, ad una crescita economica sostenibile e alla tutela dei diritti umani e della sicurezza sul lavoro, in modo coerente con gli obiettivi del Green Deal promosso dall’Unione Europea e con l’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile". Già oggi infatti le attività di Ast sono orientate verso la “circolarità”, attraverso l’adozione di tecnologie avanzate, una progressiva efficienza nell’uso delle risorse e l’uso di materiali provenienti da riciclo. E lo saranno ancora di più in futuro, ad esempio con il progetto di recupero delle scorie in corso di realizzazione affidato alla società finlandese Tapojärvi Oy, con un investimento di 60 milioni, che pone Ast all’avanguardia sul piano europeo.

“Ma la sostenibilità – ha concluso Burelli - per Ast è anche una strategia. Perché ridurre gli impatti ambientali delle produzioni, migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse, sviluppare nuovi modelli di business socialmente responsabili è determinante anche dal punto di vista della competitività economica e del successo delle strategie aziendali”.

Il 76,5% dei metalli utilizzati proviene da riciclo (rottami), la quantità di rifiuti per unità di prodotto si è ridotta del 14,3% nell’ultimo triennio, ridotto gas ad effetto serra, è stato realizzato un impianto di recupero del calore per la generazione di vapore. Per l’eco-innovazione gli investimenti sono stati 5,6 milioni di euro mentre per la tutela ambientale 35 milioni. Nell’ambito dell’impegno dell’UE per un Green Deal, Ast è protagonista di una nuova rivoluzione industriale, impegnata sulla transizione ecologica e digitale, per uno sviluppo sostenibile.