Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, a Perugia agenti in moto contro gli assembramenti nei parchi

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Agenti in moto contro gli assembramenti nei parchi. 
E’ la richiesta che arriva dall’assessore comunale alla sicurezza e alla Prociv, Luca Merli, nell’ambito del coordinamento con le forze dell’ordine sotto l’egida della questura e della prefettura. 
“Ho dato indicazione di prediligere i servizi in moto nei parchi e nelle aree vedi del capoluogo”, spiega Merli, “soprattutto per sabato e domenica. Ci sarà anche un potenziamento dei controlli: più personale della Prociv in campo. Siamo preoccupati anche alla luce degli ultimi interventi, che hanno evidenziato la presenza di numerosi soggetti senza motivazione. Per questo agenti e vigili in moto possono servire per assicurare azioni di prevenzione e repressione più efficaci”.


Tra martedì e mercoledì ci sono state nove sanzioni da parte dei vigili urbani: martedì su 11 pedoni identificati sono state verbalizzate otto violazioni. Cinque ragazzi che al percorso verde se ne stavano comodamente seduti ai tavoli a conversare e tre donne in via Tagliapietra, a San Sisto, che sostavano in un parco.
Mercoledì sanzione a un giovane che giocava a pallone con altre persone: i vigili lo hanno fermato e multato. Gli altri sono scappati prima dell’arrivo delle pattuglie.


Per ognuno di questi sanzione da 400 euro che diventa da 285 se pagata entro cinque giorni. 
A livello provinciale, stando al report della prefettura di Perugia, nella giornata del 24 febbraio ci sono state 20 persone sanzionate su 712 controllate da tutte le forze dell’ordine. Le attività commerciali verificate sono state 206, zero multe in questo caso.
Sul fronte ordinanze, il Comune di Perugia è orientato a prorogare per un’altra settimana il coprifuoco anticipato alle 21 e le restrizioni in alcune aree del centro storico come le scalette in piazza IV Novembre e piazza Danti e i giardini Carducci, già transennate.