Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, mangiano davanti al bar e vengono multati

Paolo Puletti
  • a
  • a
  • a

Più controlli anti Covid e nove persone sanzionate in Altotevere, dove negli ultimi giorni si sono intensificati gli accertamenti dei carabinieri, con l’ausilio del 6° Battaglione di Firenze e il contributo dell’Esercito del raggruppamento Umbria-Marche di Foligno, impiegato nell’operazione Strade sicure. Multe a Città di Castello, Umbertide e Trestina.

 


“Ci sono ancora alcune persone che continuano a comportarsi come se non vi fosse alcuna emergenza sanitaria in atto” è stata l’amara constatazione dei carabinieri della compagnia di Città di Castello che, con l’ausilio del personale dell’Esercito, hanno effettuato controlli mirati ed elevato diverse sanzioni per violazioni delle normative anti Covid. 
Complice anche il bel tempo, che ha fatto quadruplicare il numero di persone che si è messo in strada, il lavoro per i tutori dell’ordine non è mancato. 

 


A Città di Castello i militari hanno multato sei avventori di un bar i quali, dopo aver acquistato consumazioni da asporto, si sono comodamente intrattenuti davanti all’esercizio chiacchierando a lungo, interrompendo il raduno solamente all’arrivo dei carabinieri della stazione di Trestina che hanno sanzionato tutti i presenti. 
Contravvenzioni anche ad Umbertide, dove i carabinieri hanno sanzionato alcune persone provenienti da altri Comuni o sorprese a violare il coprifuoco in vigore dalle 22 alle 5: è stato il caso di due giovani fermati alle 2 di notte e di una donna di origini straniere che la scorsa notte - in preda agli effetti dell’alcool - voleva in tutti i modi cercare di avere accesso ad un bed & breakfast del centro storico tifernate, dove voleva passare la notte. Se questi sono fatti concreti e che premiano lo sforzo e la professionalità delle forze dell’ordine in questo delicato compito, non mancano le proteste che arrivano da varie località altotiberine, dove si segnalano comportamenti poco rispettosi delle disposizioni emanate per contenere la diffusione del Covid.