Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, vaccino personale della scuola: prenotazioni da domani. Ecco come fare

  • a
  • a
  • a

In Umbria importante passo in avanti della campagna vaccinale. Nella giornata di domani, mercoledì 24 febbraio, alle ore 8.30 al via le prenotazioni per il personale docente e non docente di scuola ed università. La prenotazione potrà avvenire direttamente attraverso il portale vaccinocovid.regione.umbria.it/cup/ e le farmacie. Coloro che hanno attivato la App IO, invece, riceveranno la notifica per l’adesione alla campagna. La loro vaccinazione, che avverrà con il farmaco Astrazeneca, riservato ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 54 anni senza patologie, inizierà nella giornata di sabato 27 febbraio e proseguirà per tutto il mese di marzo.

Il personale docente e non docente della scuola non statale potrà prenotarsi successivamente, non appena verranno comunicati alla Regione gli elenchi ufficiali. Questi soggetti, spiega la Regione, riceveranno una mail con le istruzioni per l’adesione, oltre alla notifica sulla App IO, per chi l’ha scaricata. Mentre tutti i cittadini, nati da febbraio a dicembre 1941, nel 1939 e negli anni precedenti potranno prenotare la vaccinazione a partire dalla giornata di dopodomani, giovedì 25 febbraio, alle ore 8.30. La loro vaccinazione, che in questo caso avverrà con il farmaco Pfizer, inizierà nella giornata di lunedì 1 marzo e proseguirà nei mesi di aprile e di maggio.

Per tutti i soggetti le modalità di prenotazione sono le stesse che sono state già comunicate: tramite il portale https://vaccinocovid.regione.umbria.it/cup/ e presso le farmacie. Il personale delle Forze dell’Ordine, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e gli altri corpi, inizieranno la vaccinazione nel corso di questa settimana e verranno contattati dai rispettivi referenti. Dalla giornata di lunedì primo marzo inoltre, i medici di medicina generale cominceranno le vaccinazioni a domicilio dei cittadini ultraottantenni impossibilitati a recarsi presso i punti vaccinali. Per questa fascia della popolazione non è necessaria la prenotazione, in quanto coloro che vi rientrano, saranno contattati direttamente dal medico.