Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lugnano in Teverina, l'addio all'ultimo reduce di guerra che a 99 anni aveva sconfitto il Covid

  • a
  • a
  • a

Il vicesindaco di Lugnano in Teverina, Alessandro Dimiziani, a nome dell’amministrazione comunale e della comunità lugnanese, ha espresso il cordoglio per la morte dell’ultimo reduce di guerra del paese, Livio Fantauzzi, i cui funerali si sono svolti sabato 20 febbraio nella chiesa della Collegiata nel rispetto delle normative anti-Covid sul distanziamento sociale. “A settembre - sottolinea Dimiziani - Livio avrebbe compiuto 100 anni. Una ricorrenza importante che avremmo voluto festeggiare nel modo migliore.

Avevamo già in mente, visto che il Covid non ce lo ha più permesso, e come promesso a lui stesso, di fargli abbracciare il figlio di un suo commilitone che tanto aveva cercato, di cognome Montegiove, che poi abbiamo scoperto che si tratta del padre di Mario Montegiove, politico di spicco dell’area orvietana. Nonostante la sua ferrea tempra di combattente - prosegue Alessandro Dimiziani - Livio non ce l’ha fatta a raggiungere questa meta storica, dopo che il destino gli aveva messo dinanzi un’altra terribile battaglia. Oltre alla perdita dell’amata figlia qualche anno fa, aveva anche dovuto lottare, sconfiggendolo il Covid-19".

L'ex combattente non si era perso d'animo e nonostante l'età avanzata era riuscito a sconfiggere il virus. "Livio aveva una mente ancora lucida e raccontava con precisione ed entusiasmo tutte le sue avventure di guerra trascorse nella gloriosa 155esima Divisione fanteria “Emilia”, con cui aveva partecipato alla campagna italiana in Montenegro, durante la seconda guerra mondiale. Livio Fantauzzi - prosegue il vicesindaco di Lugnano in Teverina - è un eroe d’altri tempi e ci mancherà tantissimo. Da lui - afferma ancora Dimiziani - dovremo trarre insegnamento per come è riuscito a trasmettere a noi più giovani l’amore per la patria e lo spirito tenace per affrontare tutte le difficoltà e le battaglie della vita”. L'intera comunità del piccolo borgo umbro si è stretta intorno ai familiari dell'ultimo reduce di guerra.