Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, concorso per un posto di autista in Comune. Ammessi in 32

  • a
  • a
  • a

A Spoleto in 32 per un posto in Comune. Sta per entrare nel vivo il concorso emanato il 18 dicembre dall’amministrazione per assumere, a tempo pieno e indeterminato, un nuovo autista. L’assunzione serve per garantire una serie di servizi essenziali. Complessivamente agli uffici preposti sono pervenute 34 domande di ammissione, due delle quali escluse in quanto sprovviste dei requisiti richiesti. La lista degli ammessi è consultabile nel portale istituzionale dell’ente. L’iter prevede ora l’analisi, da parte della commissione giudicatrice, dei titoli presentati dai candidati e la convocazione (non appena l’emergenza Covid 19 lo consentirà) della prova pratica: i concorrenti la dovranno affrontare “utilizzando il pulmino in uso dell’amministrazione che è munito di pedana a scomparsa”.

La commissione stabilirà le modalità di espletamento della prova in modo che sia uguale per tutti e il tempo massimo di realizzazione. Chi la supererà ottenendo una votazione minima di 21/30 potrà poi prendere parte al colloquio, finalizzato “ad approfondire le conoscenze tecnico-professionali indispensabili per lo svolgimento delle mansioni” e basato su diverse materie quali “nozioni del codice della strada in materia di trasporto scolastico, di primo soccorso” e “codice di comportamento e responsabilità dei dipendenti pubblici”.

Nell’occasione si procederà ad accertare anche la “conoscenza della lingua inglese e delle applicazioni informatiche più diffuse: l’esito negativo determinerà la non idoneità all’incarico”. Il vincitore, si legge nel documento, avrà il compito di occuparsi del “servizio di trasporto minori e soggetti con handicap. Per completare l’orario, dovrà eseguire ulteriori mansioni esecutive comprese quelle di attesa e accoglienza nelle sedi comunali”. Il trattamento economico è “quello fisso e variabile riconosciuto ai dipendenti di categoria B, posizione economica B3, del contratto collettivo nazionale del lavoro Funzioni locali del 21 maggio 2018”.