Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, vaccini Covid: prenotazioni al via senza intoppi. Lunedì si comincia

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Più della metà degli ottantenni umbri ha già fissato un appuntamento per il vaccino Covid: sono 4.759 gli anziani che, nel giorno di apertura, hanno prenotato la somministrazione di prima e seconda dose. Una possibilità al momento riservata ai nati nel 1940 (8.659 in totale) e gennaio 1941. Dei 4759 ottantenni, 2.515 hanno scelto la prenotazione mediante il portale web della Regione Umbria e 2.244 direttamente in farmacia. “Tutto è stato fatto in maniera molto veloce e senza intoppi - racconta il dottor Giuseppe Coreno della farmacia Afas 7 di Ponte d’Oddi - Abbiamo avuto tutto il giorno la fila e credo sia stata riempita di appuntamenti quasi tutta la prima settimana”. 

 

“La macchina è entrata immediatamente a regime e non si sono registrate al momento particolari criticità – conferma il presidente di Federfarma Umbria Augusto Luciani - dobbiamo ringraziare Umbria Salute ed Umbria Digitale per la collaborazione. Le farmacie regionali anche in questa occasione sono orgogliose di poter dare il proprio prezioso contributo nella strategia di contenimento del Covid-19, con la speranza che quanto prima lo scenario sanitario migliori e si possa tornare sulla via della normalità”. La decisione di partire con una precisa fascia di età, che tante polemiche aveva suscitato, è riuscita invece a evitare il caos che ha contraddistinto la partenza in altre regioni. A spiegare il motivo della decisione è il commissario per l’emergenza Covid, Massimo D’Angelo: “Partiamo con la prenotazione dal 12 febbraio della classe 1940 e dei nati a gennaio 1941 in quanto sono gli ultra 80 che possono accedere ai punti vaccinali e che hanno più possibilità di muoversi. Inoltre, si tratta dei cittadini maggiormente mobili e di conseguenza più a rischio contagiosità”. 

 

Intanto si lavora per sistemare e rendere sicuri i quindici punti vaccinali individuati dove, da lunedì, ci si dovrà recare per la somministrazione. Per Perugia c’è il Cva di Ponte d’Oddi ma il sindaco, Andrea Romizi, ha già messo a disposizione anche il Cva di Ponte San Giovanni. 
A Terni il punto vaccinale dell’Azienda Usl Umbria 2 si trova nella sede centrale di viale Donato Bramante con parcheggio riservato nell’area ex Dogana.