Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, muore a 93 anni padre Igino Gagliardoni

  • a
  • a
  • a

Il suo sorriso resterà impresso sempre nella memoria di tutti coloro che lo hanno conosciuto. E in Umbria sono tanti. Dolore in tante città per la morte di padre Igino Gagliardoni. L'amato frate francescano si è morto all'età di 93 anni a Santa Maria degli Angeli, dove venerdì 12 febbraio si terranno i funerali.

 

Padre Igino, nato a Deruta il 23 maggio 1927, vestì “l'abito della prova” il 26 luglio 1943 ed emise la prima professione temporanea dei voti il 2 agosto dell'anno successivo. Fu ordinato sacerdote il 22 luglio 1951. Dopo aver svolto la sua opera pastorale a Umbertide, è stato anche rettore della Basilica di Sant'Ubaldo a Gubbio dal 1989 al 2002. I suoi anni nel centro altotiberino sono rimasti sempre impressi nel ricordo dei suoi parrocchiani e di tanti umbertidesi. Sua è l'organizzazione dello storico Premio Fratta. La sua presenza nelle attività sportive che si svolgevano nell'impianto di gioco accanto il convento era sempre assidua. Padre Igino, oltre alla sua missione pastorale, è stato anche insegnante di religione e italiano nelle scuole medie.  

 

Padre Igino Gagliardoni ha svolto il suo ministero a Spoleto, Trevi, Umbertide e Gubbio. In una nota dell’associazione Eugubini nel Mondo, presieduta da Mauro Pierotti è detto che “molto interessante è stata anche la sua attività culturale e con la collaborazione di Maria Vittoria Ambrogi e Giambaldo Belardi, ha pubblicato quattro lavori su Sant’ Ubaldo e San Francesco. Insieme al vescovo e ad un buon numero di eugubini ha dato vita al "Centro Studi Ubaldiani" dedicato a padre Emidio Selvaggi, con lo scopo di approfondire le conoscenze sul patrono”. Fu lui che il 24 dicembre di 41 anni fa autorizzò lo scultore Enzo Grilli a realizzare la prima stella luminosa sul Monte, da cui l’anno dopo nacque l’albero di Natale più grande del mondo.