Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria Covid, la curva del contagio continua a salire: 363 nuovi casi in 24 ore, nove i morti. Anche Terni rischia di diventare zona rossa

  • a
  • a
  • a

La curva del contagio continua a salire. Sono 363 i nuovi casi registrati in 24 ore su 4.702 tamponi molecolari processati, nove i decessi per un totale di 872 dall'inizio della pandemia. Sono i numeri del bollettino di giovedì 11 febbraio. In aumento anche il numero dei ricoveri che arrivano a 520, 14 in più rispetto al giorno precedente, ottanta i posti occupati nelle terapie intensive. Sono 198, invece, le guarigioni riscontrate in  24 ore.

 

Numeri che destano preoccupazione, come evidenziato anche nel corso della conferenza stampa settimanale per fare il punto sulla situazione epidemiologica in Umbria. Nel corso della stessa è stato evidenziato come, nelle tre settimane precedenti alla chiusura delle scuole,  la diffusione del contagio sia molto elevata nei giovanissimi. In particolare gli esperti del Nucleo epidemiologico della Regione hanno evidenziato come ci sia stato un aumento di casi nella fascia di età tra i 6-10, gli 11-13 anni e i 14-18 anni. Anche in questo caso le varianti potrebbe avere un ruolo importante perché queste, oltre ad essere più contagiose, sembrano essere più facilmente trasmettibili anche nei bambini.  

 

 

E’ atteso per venerdì 12 febbraio il report con il monitoraggio settimanale della situazione epidemiologica del Paese realizzato da Istituto superiore di sanità e ministero della Salute sulla base del quale si deciderà quali regioni cambieranno colore a partire da lunedì 15 febbraio.  L'Umbria rischia di diventare interamente rossa. La decisione di estendere il colore  che già contraddistingue una sessantina di comuni all’intero territorio regionale potrebbe essere presa per frenare la trasmissione del contagio e far calare la pressione sugli ospedali. "Deciderà la cabina di monitoraggio nazionale - evidenzia l'assessore regionale - ma se questo provvedimento servirà a tutelare la provincia di Terni, allora siamo d'accordo".