Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Fabrizio Palazzoni, tifoso del Perugia e tra i più cari amici di Cosmi. Ponte San Giovanni in lutto

  • a
  • a
  • a

Addio a Fabrizio Palazzoni, tifoso del Perugia e tra i più cari amici di Serse Cosmi. Punteggiano doc, 59 anni, è morto nella notte. Proprio con il tecnico di Ponte San Giovanni ha condiviso tante esperienze di vita e di sport seguendolo in tutto il percorso: dalla Pontevecchio sino all’ultima sfortunata esperienza con il Grifo, passando per le magiche stagioni con l’Arezzo e il Perugia di Gaucci nei primi anni Duemila a tutte le altre squadre in giro per l’Italia.

 

 

Palazzoni, conosciutissimo a Ponte San Giovanni e titolare di un’azienda di pneumatici a Collestrada, proprio con la sua Centrogomme di cui era era presidente partecipava da diversi anni ai campionati di calcio Uisp - vincendo il titolo regionale nel 2018 - dando spazio proprio ad alcune vecchie glorie delle squadre di Serse, dai fratelli Martinetti a Nofri passando per Tardioli e Grilli. Grande commozione nel mondo del calcio perché Palazzoni era davvero conosciuto in tutta  Italia. Il primo a esprimere il proprio dolore è stato, su Instagram, proprio Cosmi: "Sei stato un compagno onnipresente della mia vita, abbiamo condiviso gioie impensabili e qualche cocente delusione, io vicino a te, tu vicino a me sempre. Fai un buon viaggio Fabri, sei stato il generoso amico di tutti. Ti voglio bene". "Una pugnalata al cuore... una di quelle persone che difficilmente riesci a incontrare nella vita!" ha scritto invece l'attaccante perugino Diego Falcinelli. Allo stadio Curi i tifosi della Curva Nord hanno appeso uno striscione per ricordarlo: "Ciao Fabri amico di tutti!".

 

 

"Il vuoto per noi sarà incolmabile, ma chi ti ha conosciuto non ti dimenticherà mai" è il cordoglio della Uisp. Fabrizio lascia la moglie Gigliola e il figlio Federico. I funerali si svolgeranno domenica 7 febbraio 2021 alle ore 10 presso la Chiesa di Ponte San Giovanni di Perugia. La salma sarà cremata e le ceneri saranno tumulate presso il cimitero di Perugia.