Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno Solidale, raccolti 7mila euro per la famiglia di Kaltrina, la ragazza costretta al trapianto

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

In poco più di 24 ore a Foligno è stata raccolta la somma di quasi 7mila euro. Un generoso gesto di solidarietà. Il cuore dei cittadini ha dimostrato di essere tanto grande nei confronti della famiglia di Kaltrina, la ragazza di 21 anni che martedì ha subito il trapianto di fegato all'ospedale di Ancona. Gli organizzatori della raccolta che è stata promossa da Foligno Solidale hanno addirittura pensato di sospendere la pubblicizzazione della cordata di solidarietà. “Quando abbiamo avviato questa raccolta fondi ci eravamo proposti di poter contribuire alle spese della famiglia per poter assistere la ragazza, immaginando un obiettivo di circa 2000-2500 euro – afferma Vincenzo Falasca parlando proprio a nome di Foligno Solidale - La risposta dei cittadini è stata tale da superare ogni nostra aspettativa. Ci sembra giusto non andare oltre le necessità e, in caso, riprendere successivamente se ce ne fosse bisogno. Tuttavia - continua Falasca - il canale di donazione non è stato chiuso per chi volesse dare il proprio contributo alla causa, solo che abbiamo ritenuto giusto per il momento fermare la pubblicizzazione sui social e sui gruppi WhatsApp”.

Per mandare denaro al conto è necessario cliccare su questo link operando così attraverso il canale paypal oppure utilizzando i circuiti delle carte di credito tradizionali. In alternativa può essere effettuato un classico bonifico bancario attraverso all'Iban IT51G3608105138212680412689. In questo caso la casuale che accompagna il bonifico deve essere Kaltrina, il nome della ragazza. La giovane intanto è ancora ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Torrette di Ancona.

Stando a quanto diffuso tramite l'ultimo bollettino sanitario “è sveglia e respira spontaneamente. Il fegato trapiantato mostra una buona ripresa funzionale ma le condizioni generali permangono critiche per la grave compromissione generale al momento del trapianto”. Per l’insufficienza epatica acuta i sanitari hanno escluso cause tossico – infettive.