Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, condannata per la morte del figlio diventa di nuovo mamma e resta in comunità

  • a
  • a
  • a

Giorgia Guglielmi, la 29enne condannata a 16 anni di reclusione dal giudice di prima istanza, poi ridotti a 14 anni in appello, per la morte del figlio, abbandonato il 2 agosto 2018 nel parcheggio di un supermercato a Terni, nel quartiere di Borgo Rivo, è diventata di nuovo mamma, nel settembre 2020.

La giovane donna, che è mamma di una bambina di 4 anni affidata ai nonni paterni, ha partorito il 15 settembre 2020 e, a seguito del lieto evento, la procura generale aveva chiesto che la donna venisse rinchiusa in carcere, ritenendo che avesse violato gli arresti domiciliari applicati dal novembre del 2019 presso una comunità di Morlupo (Roma) per i contatti che avevano portato alla nuova gravidanza.

Il punto di vista, però, non è stato recepito né dalla corte d’appello di Perugia né, in seconda battuta e sempre su istanza della procura generale, dal tribunale del riesame, che hanno mantenuto agli arresti domiciliari in comunità la 29enne, assistita dagli avvocati Alessio Pressi e Attilio Biancifiori.

Secondo i giudici del riesame, la donna non ha violato la misura cautelare, perché i trasferimenti in altre strutture erano stati disposti dalla comunità stessa in relazione anche ad esigenze relative all’emergenza Covid. Inoltre non aveva alcun divieto di intrattenere relazioni con altre persone presenti nella struttura di Morlupo né l’obbligo di comunicare la gravidanza all’autorità giudiziaria.

Quanto a un possibile confronto con la tragedia del 2018, per i giudici in quel caso venne ravvisato un  “abbandono morale e materiale", mentre attualmente, in comunità, le viene " assicurato il sostegno e grazie alla quale ha potuto partorire presso una struttura ospedaliera pubblica". Per gli assistenti sociali poi, Giorgia ha, verso la figlia "un buon livello di affettività, si prende cura di lei adeguatamente, ne cura l’igiene personale ed è molto precisa in merito agli orari dei suoi pasti".