Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Draghi, il suo prete in Umbria a Un giorno da pecora: "E' un buon cattolico e una persona umile"

  • a
  • a
  • a

Mario Draghi raccontato da don Augusto Panzanelli, parroco di Moiano, frazione del Comune di Città della Pieve dove il premier incaricato ha casa in Umbria. Ospite a Un giorno da pecora su Radio 1, il prete ha parlato di come vive l'ex presidente della Bce quando trascorre del tempo nella sua seconda casa. "Draghi va spesso a messa", ha raccontato.

 

"E' un buon cattolico e di solito viene alla celebrazione pomeridiana delle 18, quella con meno persone. Non ama mettersi in mostra o farsi vedere. Spesso va anche alla messa delle 7.30 al monastero delle clarisse di Santa Chiara, che gli sono molto affezionate e oggi hanno pregato per lui". Ma Draghi ama anche vivere la città e capita spesso di vederlo in giro, come una persona qualsiasi. "Quando viene a Città della Pieve, nella sua seconda casa, conduce una vita assolutamente normale", ha raccontato ancora don Augusto. "Capita di vederlo in giro o a fare la fila al supermercato o dal macellaio. E' una persona umile, non ha mai abusato del suo ruolo o della sua notorietà", ha detto, intervistato dai conduttori Lauro e Cucciari.

 

"Noi tutti speriamo che diventi premier e sia sostenuto dalle forze politiche per il bene del paese", ha detto, in conclusione, don Augusto. "E' una persona buona e sono certo possa fare il massimo per l'Italia", ha poi aggiunto. Draghi, infatti, è stato ricevuto alle ore 12 di oggi dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, per ricevere l'incarico di formare un governo. Poi ha incontrato il presidente della Camera, Roberto Fico, e in seguito la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, per i consueti passaggi con i presidenti dei due rami del parlamento. Poi dovrà mettersi subito al lavoro per presentarsi alle Camere a chiedere la fiducia.