Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: morto don Sandro Sciaboletta, per 50 anni parroco della chiesa di Santa Maria Regina

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Monsignor Sandro Sciaboletta non ce l'ha fatta. Nel pomeriggio di lunedì 1 febbraio 2021 il parroco per 50 anni della chiesa di Santa Maria Regina, a Terni, è tornato alla Casa del Padre. Aveva 86 anni compiuti lo scorso dicembre 2020 ed è morto all’ospedale Santa Maria di Terni dove era ricoverato da qualche settimana in terapia intensiva perché colpito dal Covid. 

Don Sandro è stato cappellano di Sua Santità, canonico del capitolo della cattedrale ma ha legato la massima parte della sua missione sacerdotale proprio alla parrocchia di Santa Maria Regina, della quale è stato punto di riferimento per mezzo secolo. Un sacerdote molto conosciuto e amato in città e nell’intera diocesi per le sue doti umane e spirituali, ha svolto il suo ministero nello spirito del Concilio Vaticano II, avviando in diocesi il diaconato permanente, i ministri straordinari della Comunione, dedicandosi alla formazione dei giovani nell’oratorio, nelle attività sportive, nelle attività estive nella casa parrocchiale di Castel del Monte, nelle corali per l’animazione delle celebrazioni dove introdusse le chitarre e altri strumenti.

Negli anni Sessanta è stato cappellano del lavoro alle acciaierie e per gli operai che venivano da fuori città a lavorare costruì un centro di accoglienza nei locali dell’ex seminario dove venne istituito anche il circolo ricreativo Tinarelli. Sacerdote dal carattere apparentemente burbero, ma ricco di grande umanità, nel 2003 aveva deciso di aiutare i bambini malati in Kosovo. La camera ardente verrà allestita nella chiesa di Santa Maria Regina, martedì 2 febbraio 2021, alle 17.

Il funerale sarà celebrato giovedì 4 febbraio 2021, alle 15.30, nella cattedrale di Terni, presieduto dal vescovo della diocesi di Terni Narni Amelia, monsignor Giuseppe Piemontese. La cerimonia sarà trasmessa sui canali Facebook e Youtube della diocesi e potrà essere seguita anche dalla chiesa di Santa Maria Regina, nel rispetto delle prescrizioni legate al Covid.