Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Umbria altri 294 casi positivi e nove morti. Più contagi che guariti, aumentano anche i ricoveri. Il bollettino del 31 gennaio

  • a
  • a
  • a

Covid, in Umbria aumentano casi positivi, morti e ricoveri rispetto alle 24 ore precedenti. Il bollettino di domenica 31 gennaio, infatti, registra 294 casi positivi, nove morti e altre 14 persone ricoverate. Unico dato confortante è il calo di un'unità dei ricoveri in terapia intensiva. I tamponi eseguiti sono stati complessivamente 3.776 e 2.206 in test antigenici. In isolamento ci sono 141 persone in più del giorno precedente.

 

A fronte di questi dati, pertanto, si aggiorna il computo degli indicatori della pandemia sul territorio regionale: le persone attualmente positive sono 5.629, i morti 781, le persone guarite 29.641 e i casi positivi totali 36.051. In isolamento in questo momento ci sono 7.656 persone. I ricoverati sono 415, di cui 54 in terapia intensiva. I tamponi fin qui eseguiti sono stati 595.305. L'Umbria è stata confermata venerdì scorso regione inserita in "zona arancione" ed è l'unica in Italia, al momento, classificata "a rischio alto".

 

Nel prossimo monitoraggio settimanale eseguito dall'Iss, i cui dati saranno resi noti venerdì prossimo, infatti, potrebbe esserci il rischio di un passaggio in zona rossa. Vista la ripresa dei contagi in 29 Comuni della regione, i vertici di palazzo Donini hanno avuto molteplici confronti con l'Anci e i rispettivi sindaci in questi due giorni, così da valutare l'introduzione di misure che portino ad abbassare la diffusione del contagio e scongiurare un passaggio di tutto il territorio regionale in zona rossa. Starà ora ai sindaci attivarsi con appositi provvedimenti, come già fatto ad esempio a Perugia, con il coprifuoco anticipato alle 21 e la chiusura di alcuni spazi pubblici. Anche altri Comuni stanno lavorando ad ordinanze analoghe, che prevedono anche la sospensione dell'attività didattica nelle scuole primarie, medie e superiori. Anche perché al momento in Umbria si registrano 169 classi in isolamento, con contagio esteso per oltre 60 casi anche al personale docente.