Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, pugno in faccia alla ex: denunciato ragazzo di 29 anni. Poi i messaggi minatori

  • a
  • a
  • a

Spoleto , pugno in faccia alla fidanzata mentre guida sulla statale Tre Valli e dopo che lei lo denuncia invia una serie di messaggi come: "Te la faccio pagare, tanto non ho niente da perdere". E anche: "Più di 2.500 euro a me non mi puoi levare, c ' ho un avvocato che para il culo ai CasamonicaCasamonica , forse non lo hai capito ”. E 'al vaglio della Procura di Spoleto, corredata della prognosi di venti giorni per la rottura del setto nasale a seguito del colpo incassato, la querela e la successiva integrazione con cui una ventottenne ha denunciato il ragazzo di un anno più grande a cui, prima dell'aggressione, era legata sentimentalmente. 

 


Il colpo in piena faccia nel bel mezzo di una lite è stato denunciato alla metà di ottobre, ma nelle settimane successive la giovane è stata minacciata con una serie di messaggi, motivo per cui l'avvocato Alberto Onori, che la assiste, ha depositato un 'integrazione di querela e soprattutto ha chiesto all'autorità giudiziaria “provvedimenti urgenti per interrompere la condotta criminosa, che ha creato e sta creando un grave stato di ansia e agitazione al punto da alterare lo stile di vita della ventottenne per il costante timore della propria incolumità fisica e dei familiari ”. 

 


In particolare, la ragazza ha denunciato di essere stata vittima di lesioni dopo una cena con quello che ormai è il suo ex fidanzato e mentre rientravano a Spoleto lui l'avrebbe colpita con un pugno. A quel punto lei, con il volto insanguinato, lo avrebbe costretto a fermare l'auto ea farsi lasciare lungo la statale Tre Valli, come si legge nella querela. 
Ma il ventinovenne, evidentemente informato da qualcuno che l'aggressione era al vaglio delle autorità, anziché temere per le conseguenze del gesto violento, avrebbe iniziato a inviare una serie di messaggi audio sprezzanti alla ex fidanzata, pure questi consegnati in procura: “Ciao ciao bella, più di 2.500 euro a me tu non me li puoi levare, io c'ho un avvocato che para il culo ai Casamonica, tu forse questo non lo hai capito ”. ventinovenne, evidentemente informato da qualcuno che l'aggressione era al vaglio delle autorità, anziché temere per le conseguenze del gesto violento, avrebbe iniziato a inviare una serie di messaggi audio sprezzanti alla ex fidanzata, pure questi consegnati in procura: “Ciao ciao bella, più di 2.500 euro a me tu non me li puoi levare, io c'ho un avvocato che para il culo ai Casamonica, tu forse questo non lo hai capito”.