Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria: lavatrice, vasca e frigorifero abbandonati tra i boschi di Foligno. Segnalati i siti delle discariche

  • a
  • a
  • a

Una lavatrice, un frigorifero e una vasca da bagno abbandonati in mezzo ai boschi. La rappresentazione dell’inciviltà si è materializzata davanti agli occhi di Govanni Galardini, esperto fotografo e appassionato escursionista che approfittando di una rara giornata senza pioggia ha deciso di portare con sé sua figlia per una passeggiata sulle montagne folignati tra Rasiglia e Verchiano. Quello che si sono trovati di fronte è stato davvero uno spettacolo indecente. Camminando tra boschi e ruscelli, Galardini e figlia si sono imbattuti in alcune vere e proprie discariche.

Vasca da bagno, frigorifero e travetti di gronda in cemento armato li hanno trovati in una discarica nel fosso Terminara che divide la Diocesi di Spoleto da quella di Foligno, esattamente a trecento metri dal Santuario della Madonna delle Grazie di Rasiglia risalendo il torrente. Proseguendo, in un altro sito che si trova in un impluvio a fianco della strada che da Verchiano sale a Curasci, Galardini si è imbattuto in una discarica dove, tra l’altro, c’erano pure i resti di due agnelli.

Infine, al piccolo valico sotto al monte Mareggia, che è sopra Verchiano, lungo la strada bianca che porta a Civitella Marche (ma comunque nel Comune di Foligno), padre e figlia hanno trovato una lavatrice. Galardini, una volta rientrato a Foligno, ha comunicato i siti delle discariche al presidente di Legambiente Foligno, Marco Novelli, allegando le foto. Novelli, quindi, ha poi provveduto a segnalare il tutto a Forestale, Vus e Comune di Foligno.

A.D.