Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, salgono a 138 le classi in isolamento: +55% in cinque giorni. Sei scuole chiuse

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Sono arrivate a 138 le classi in isolamento in Umbria alla data del 25 gennaio. E’ il dato certificato fornito dalla Regione Umbria. 
Un aumento del 55,05% rispetto al dato del 20 gennaio, quando le classi isolate erano 89. Più 49 in cinque giorni. Una media di 10 classi isolate ogni 24 ore.
Stando al report di lunedì, erano 179 gli studenti positivi: 50 nelle scuole dell’infanzia, 90 nelle elementari, 37 alle medie e 2 alle superiori (riscontrate nei laboratori, attivi già alla riapertura del 7 gennaio). A questi si aggiungono 50 contagiati nel personale scolastico regionale. I cluster individuati sono 35. Gli isolamenti complessivi 2.770. Le 138 classi isolate sono 29 alle materne, 71 alle elementari, 38 alle medie. Si aggiungono anche due laboratori delle superiori.
Le scuole totalmente chiuse per Covid (per contagi o per mancanza di docenti) sono sei: l’elementare di Fratta Todina, quella di Perugia a Borgo XX Giugno, le medie di Mantignana di Corciano (“per mancanza di docenti, causa isolamento”, ha specificato il sindaco Cristian Betti), l’asilo comunale a Magione e due elementari a Deruta. La prima a Ponte nuovo e ieri anche quella di via Padre Ugolino Nicolini.
Per quest’ultima non è mancata la polemica: erano in isolamento sette classi su 12, per il contagio di alcuni insegnanti. I genitori della quarta A si sono rifiutati di mandare i figli a scuola, chiedendo la chiusura del plesso. E’ seguito uno scontro politico tra i gruppi di maggioranza e quelli di minoranza.
Nel pomeriggio è arrivata la richiesta della preside e il sindaco, Michele Toniaccini, come da procedura, ha firmato l’ordinanza. Che prende atto della comunicazione a mezzo email - datata 25 gennaio - della dirigente scolastica Isabella Manni mediante la quale chiede al sindaco la sospensione delle attività didattiche in presenza, almeno fino 1 febbraio, della scuola primaria di Deruta considerato che la maggior parte delle classi sono in isolamento”. Da qui la decisione di sospendere l’attività didattica per tutta la scuola ordinando anche la sanificazione completa del plesso scolastico.