Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, contributi della Regione per le rette dei servizi per l'infanzia. L'assessore Agabiti: "Garantire la continuità formativa"

  • a
  • a
  • a

Sono stati pubblicati i bandi regionali per la concessione di borse di studio a studenti della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado e per il sostegno alle famiglie per il pagamento delle rette dei servizi socio-educativi per l’infanzia 0-6 anni. Due bandi attraverso i quali la Regione Umbria intende offrire un sostegno concreto alle famiglie, a seguito dell’emergenza Covid-19. È quanto comunica l’assessore regionale all’Istruzione, Paola Agabiti, che annuncia anche la contestuale predisposizione del portale dedicato (https://sostegno-istruzione.regione.umbria.it/) attraverso il quale tutti i soggetti interessati, una volta registratisi, potranno inoltrare la domanda ed ottenere tutte le informazioni utili attinenti alle due iniziative.
Per i due bandi la Regione Umbria ha stanziato complessivamente 7.5 milioni di euro (4 milioni per il bando borse di studio e 3.5 milioni di euro per il contributo rette 0-6 anni), grazie alle risorse comunitarie. Per ciò che riguarda le borse di studio straordinarie il bando prevede un importo di 200 euro per gli alunni delle scuole primarie, 400 euro per quelli delle secondarie di primo grado e 500 euro per gli studenti delle secondarie di secondo grado. “Garantire la continuità educativa e formativa”, dice l’assessore Paola Agabiti.