Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, cascata delle Marmore: pubblicato il bando per la gestione del bar dei Campacci

  • a
  • a
  • a

Il Comune di Terni ha pubblicato il bando per la gestione del bar del campeggio delle Marmore, mentre Palazzo Spada in questi giorni sta ancora lavorando al “caso” del futuro proprio del camping dei Campacci. E su questo fronte la questione appare più complicata.

Gli uffici della Direzione Attività Finanziarie intanto hanno pubblicato l’avviso per “l’affidamento della concessione in uso e gestione dell’immobile di proprietà comunale, destinato a bar, e dell’area di pertinenza, sito all’interno del verde pubblico in località Campacci di Marmore”, come si legge nel documento. L’amministrazione comunale punta a un accordo della durata di nove anni per la struttura di 49 metri quadrati commerciali, di cui circa 36 calpestabili, con in più il terreno adiacente della grandezza di circa 1.320 metri quadri. Il tutto per una cifra “a base d’asta di 3.900 euro oltre Iva con canone da versare in due rate semestrali”.

Nell’accordo rientrano anche i lavori per la “manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili dati in concessione, per tutta la durata contrattuale”, con in più l’obbligo per chi vincerà il bando di “effettuare tutti i lavori occorrenti per la messa a norma delle strutture e degli impianti, a seguito di aggiornamenti o modifiche delle normative vigenti”.

Se sul fronte della gestione del bar la situazione è dunque chiara a livello amministrativo, Palazzo Spada deve invece fare chiarezza sul futuro del campeggio, al momento chiuso. L’intenzione è quella di non perdere la stagione estiva, anche perché il camping da sempre sviluppa numeri notevoli (circa settemila arrivi ogni anno). Il problema però è che l’area, che parzialmente si trova in una zona a rischio dissesto idrogeologico, deve prima essere riclassificata dagli uffici comunali, o attraverso lo spostamento del camping in una zona differente, oppure ridisegnandone i confini. Solo dopo aver risolto questo passaggio il Comune penserà all’affidamento della gestione.