Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, il Covid fa diminuire il numero di multe e incidenti ma aumentano le infrazioni legate alla velocità

  • a
  • a
  • a

Effetto Covid sulle violazioni del Codice della strada: il lockdown fa diminuire il numero delle multe e degli incidenti stradali, aumentano però le infrazioni relative alla velocità rilevate con l’autovelox. I numeri sono stati forniti a margine delle celebrazioni per la festa di San Sebastiano, patrono della polizia locale. La santa messa presso la cattedrale di San Lorenzo è stata celebrata dal cardinale Gualtiero Bassetti. Al termine, come da tradizione, si sono susseguiti gli interventi dell’assessore alla sicurezza Luca Merli e della comandante della polizia locale di Perugia, Nicoletta Caponi. Un ringraziamento è stato rivolto a tutto il personale sia dalla comandante Caponi che dall’assessore Merli per la compostezza e la determinazione con cui ha lavorato in un anno particolarmente complesso. L’assessore Merli ha poi ricordato che l’amministrazione comunale sta lavorando da tempo per coadiuvare la polizia locale e rafforzarne l’attività e che il Comune è alla ricerca di una nuova sede per i vigili urbani.
Nel corso del 2020 sono state 46.792 le violazioni al Codice della strada contro le 60.210 dello scorso anno. Tra queste, spiccano le 28.271 violazioni per l'accesso alla ztl (erano state 36.534 lo scorso anno) e soprattutto le 4.316 sanzioni per eccesso di velocità, numero in aumento rispetto allo scorso anno quando erano state 4.009. L’autovelox ha colpito di più lungo la strada dei Loggi, sulla Tuderte, a Ponte San Giovanni, a San Marco e lungo la Settevalli, quelle che sono poi considerate le arterie a maggior rischio e dove, per questo, insistono di più i controlli. Le pattuglie impegnate nei controlli anti-Covid sono state 629, 114 il numero degli operatori impegnati, 802 il numero degli incidenti rilevati. Le statistiche segnalano che la causa principale è velocità con 119 casi, mentre l’età più soggetta è quella tra 35 e 49 anni (415). In 550 casi su 802 i soggetti coinvolti sono risultati illesi, in 231 feriti, mentre i casi più gravi sono rispettivamente 12 con prognosi riservata e 9 mortali.
Il mese più difficile è stato settembre con 95 incidenti, il giorno martedì con 135 incidenti, l’orario quello delle 17 con 65 casi.
Presso la sala della Vaccara, si è tenuta la cerimonia di consegna delle targhe agli agenti pensionati ed a quelli che hanno raggiunto i 25 anni di servizio: Roberto Simoni,Francesco Mezzetti, Antonio Pagnotta, Pierluigi Tampellini e a Giancarlo Tutarini e Giacomo Fiori, dipendenti collocati a riposo durante il 2020. Inoltre è stato consegnato un distintivo al personale che ha raggiunto i 25 anni di servizio continuativo all’interno del Corpo: colonello Nicoletta Caponi, tenente colonnello Antonella Vitali, capitano Stefania Cesarini, sottotenente Raffaella Ercolani, sottotenente Roberta Rondini, sottotenente Stefano Polonzani e sottotenetente Barbara Costa.