Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Per l'Umbria nessun taglio dei vaccini Pfizer, oggi i primi 85 immunizzati

  • a
  • a
  • a

Nessuna riduzione per la fornitura di dosi di vaccino Pfizer all’Umbria. Lo ha annunciato ieri il commissario straordinario, Domenico Arcuri, precisando che i criteri di redistribuzione sono stati assunti direttamente dal colosso statunitense. L’Umbria, assieme a Marche, Molise, Basilicata, Abruzzo e Val D’Aosta rientra nella ristretta rosa di regioni fortunate per cui  non ci saranno tagli. C’è chi si troverà anche con una riduzione del 50%. Secondo quanto emerge, le riduzioni non sono state disposte per le regioni che hanno un numero di vassoi di dosi di vaccino non superiori a 10.
Intanto oggi in Umbria la seconda dose di vaccino Pfizer verrà somministrata agli 85 sanitari che hanno ricevuto la prima iniezione il 27 dicembre scorso.  Di qui a qualche giorno nel cuore verde circoleranno i primi 85 immunizzati. “Abbiamo disposto che tra circa una settimana venga fatto loro il dosaggio delle immunoglobuline”, dice il direttore regionale alla sanità, Claudio Dario. E’ invece l’assessore alla sanità, Luca Coletto ad annunciare che da mercoledì 20 gennaio prenderà il via la somministrazione della dose dei vaccini Moderna. In Umbria ne sono state inviate mille, mentre altre mille, spiega sempre Coletto, arriveranno il 25 gennaio. 
“Le dosi del vaccino Moderna - spiega il vice commissario ad acta per l’emergenza Covid, Massimo D’Angelo - in particolare andranno a essere utilizzate nella case di cura, poi completeremo le vaccinazioni su operatori sanitari e anziani”. 
E’ sempre D’Angelo a spiegare che poi da giovedì 21 riprenderà il ciclo per le seconde dosi di vaccino Pfizer di tutti coloro che hanno ricevuto la prima dose in Umbria a partire dal 31 dicembre. “Poi - conclude - si proseguirà con ultraottantenni, farmacisti, disabili, odontoiatri e i loro collaboratori”. Di fatto, gli unici giorni di stop, imposti dalla struttura commissariale che ha comunicato alle Regioni di accantonare il 30 % delle dosi ricevute, tolto ieri per cause di forza maggiore, sarà domani. E proprio per domani si attende la consegna di altri quattro  vassoi di dosi per un totale di 4.680 dosi. Altri cinque, con 5.850 dosi sono invece attesi il 26 gennaio. “Se poi ce ne arriveranno almeno altri tre - spiega D’Angelo - ci consentiranno di terminare il primo ciclo e immunizzare oltre 13 mila persone in Umbria”. Per la precisione, alla data di ieri mattina, l’Umbria aveva vaccinato 13.210 persone. Intanto ieri in Umbria ci sono stati  153 nuovi contagi su 2.839 tamponi. Quattro i morti, residenti ad Assisi, Bastia Umbra, Gubbio e Spoleto, per un totale che sale a 693. Il tasso di positività è del 5,38% , in calo rispetto al giorno prima, quando era al 7,55%. Sono 329 (+2) i ricoverati Covid, di cui 49 (invariato) in terapia intensiva. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 146. Gli attuali positivi restano sostanzialmente stabili: 4.606 (+3).