Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superstrada Terni-Rieti, entro primavera 2021 l'apertura dello svincolo per Piediluco

  • a
  • a
  • a

Nella primavera 2021 sarà aperto lo svincolo sulla Terni-Rieti per il lago di Piediluco, in provincia di Terni.

La conferma arriva dall’assessore ai Lavori pubblici della Regione Umbria, Enrico Melasecche, che aveva preannunciato l’apertura della nuova uscita in occasione dell’inaugurazione della superstrada e poi anche della consegna ufficiale dei lavori di adeguamento del centro nautico D’Aloja di Piediluco, della Federazione nazionale di canottaggio. Un’iniziativa importante in tema di sviluppo turistico, e dunque economico, che renderà possibile un incremento dei visitatori facilitando gli spostamenti dal Lazio. Per terminare la superstrada, oltre allo svincolo per Piediluco, manca un altro svincolo: quello che porterà direttamente a Colli sul Velino, nel Reatino.

“Fin da quando furono ripresi i lavori per il completamento della superstrada – spiega Melasecche - fu detto, sia dall’Anas che dall’impresa costruttrice, che si sarebbero accelerati i lavori per l’apertura del tratto finale in territorio umbro al confine con il Lazio mentre, per ragioni tecniche di gestione del cantiere, sarebbero stati realizzati i due svincoli in una fase successiva. Assicurazioni sono state date in proposito anche nel corso della recente inaugurazione proprio della superstrada. Verrà dunque terminato prima lo svincolo di Piediluco che porta gli automobilisti in prossimità della stazioncina, poi quello sul lago di Ventina che porta a Colli sul Velino. Lo stesso titolare della Ircoop, la società appaltatrice, ha confermato al sottoscritto ufficiosamente queste scadenze, avendo io sottolineato la necessità di effettuare l’apertura prima dell’inizio della stagione turistica”.

Tecnicamente lo svincolo per Piediluco sarà posizionato subito dopo la ferrovia, in sostanza la seconda uscita per chi proviene da Rieti. I lavori della Terni-Rieti, com’è noto, per un investimento di oltre 20 milioni di euro, riguardano dunque sia la realizzazione dello svincolo di Piediluco che una serie di rami secondari per i collegamenti con la viabilità locale, i centri abitati e l’esistente stazione ferroviaria, che saranno ultimati da Anas nella primavera 2021. Inoltre è in fase di completamento una galleria artificiale.