Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, vandali distruggono la sbarra del parcheggio: scoperti grazie alle telecamere

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Sono stati identificati ed ora dovranno rispondere del reato di danneggiamento di cosa pubblica. Si tratta di tre giovani, provenienti da Roma, che, nella loro visita a Orvieto, in provincia di Terni, agli inizi di novembre 2020, avevano preso a calci, divelto e buttato a terra la sbarra di accesso al parcheggio comunale di via Roma. Ad incastrarli sono state le telecamere di videosorveglianza di cui il parcheggio pluripiano è munito. Le indagini sono state condotte dalla polizia locale di Orvieto, in collaborazione con quella di Roma Capitale – unità operativa III gruppo Nomentano.

Inequivocabile il confronto tra i fotogrammi catturati al parcheggio e quelli delle telecamere posizionate sulla statale 205, in via Angelo Costanzi, che hanno registrato il passaggio della loro auto. “Quello che ha colpito visionando le immagini – afferma il tenente colonnello Alessandra Pirro, comandante della polizia locale di Orvieto – è stata la violenza ingiustificata con la quale gli autori di questo gesto si sono scagliati contro l’ostacolo. Fanno riflettere anche le finalità del loro viaggio fuori porta”. Nel solo settore della vigilanza e della mobilità locale, il ripristino di cose danneggiate ha un costo annuo medio di circa 5 mila euro. Tra gli impegni quotidiani delle forze dell'ordine rientra anche il contrasto di ogni genere di fenomeno di degrado sociale che, come in questo caso, genera disprezzo dei beni comuni ad uso pubblico.

“In questa circostanza – aggiunge Pirro – le polizie locali di Orvieto e Roma, che ringrazio, hanno potuto completare un’indagine che, in tempi diversi e senza gli ausili tecnologici di cui oggi si dispone, poteva forse finire archiviata. Particolarmente efficace è stato il lavoro svolto dalle telecamere di via Roma dove, a dicembre 2020, sono state rinnovate 5 telecamere e aggiunte altre 2 proprio per permettere la visualizzazione dell’ingresso e dell’uscita del piano abbonati e scongiurare atti vandalici”.