Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, morto il professor Adolfo Barbi. La città in lutto, funerale nella chiesa di San Pietro 

  • a
  • a
  • a

Si terranno a Gubbio, oggi 16 gennaio alle 14.30, nella chiesa di San Pietro, i funerali del marchese Adolfo Barbi, 86 anni, morto dopo una malattia. Ad officiare il rito funebre sarà don Mirko Orsini. Per tanti anni professore di Scienze al Liceo Classico Mazzatinti Adolfo Barbi è stato storico, archivista, appassionato ceraiolo Santantoniaro, profondamente legato alle tradizioni e alla storia della città. Ha lasciato alla comunità la collana di libri legati alla storia dei Ceri “che erano puntualmente allegati con la sua creatura editoriale Via Ch’Eccoli” come ricorda la Famiglia dei Santantoniari. Fabio Mariani, presidente dell’Università dei Muratori, Scalpellini e Arti Congeneri “Innocenzo Migliarini” ha riproposto l’iniziativa di farne “una pubblicazione unica che li raccolga tutti assieme, ne ricordi la figura e valorizzi il suo straordinario lavoro di ricerca”. Consigliere dell'Associazione Maggio Eugubino face va parte del Comitato Scientifico Centro Studi Ubaldiani “Padre Emidio Selvaggi, redattore dei Quaderni Ubaldiani”. Suo l'Atlante del Territorio di Gubbio con un fondamentale lavoro di toponomastica. “Il nostro “Marchese” - ha aggiunto la Famiglia dei Santantoniari - è stata una persona sempre discreta e umile”. Anche il sindaco Filippo Stirati lo ha ricordato come “una figura di riferimento per tutta la città, grazie anche ai suoi lavori di ricerca e di ricostruzione storica della Festa dei Ceri” E ha deciso di intitolargli il Centro di documentazione e studio sulla Festa dei Ceri della Biblioteca Comunale Sperelliana”. “Gubbio ha perso un suo gigante” ha detto l’avvocato Ubaldo Minelli, presidente della Famiglia dei santubaldari che nel 2012 gli conferì il riconoscimento “Cives, Pater ac Pontifex Ubalde” per la sua monumentale opera. Anche la Famiglia dei Sangiorgiari si unisce al cordoglio. Nel 2014 il Rotary Club Gubbio gli aveva consegnato il riconoscimento “Hanno onorato Gubbio”.